Vai al contenuto

Attentato al premier slovacco Robert Fico: è stato messo in coma farmacologico

Pubblicato: 15/05/2024 15:26

Il primo ministro slovacco Robert Fico è stato ferito in un drammatico attentato andato in scena al termine di una riunione del governo nella città di Handlova, vicino a Bratislava. Secondo quanto riportato dai media slovacchi, Fico sarebbe stato colpito con una pistola mentre si trovava all’esterno e stava salutando la folla, e successivamente è stato trasportato in ospedale. L’aggressore è stato arrestato. Al momento il primo ministro sarebbe in pericolo di vita: pare sia stato colpito all’addome ed al petto. Secondo la tv slovacca l’intervento è concluso ed il premier è stato posto in coma farmacologico.

Robert Fico colpito da diversi proiettili: il video dell’aggressione

Robert Fico è una figura politica di grande rilievo e al contempo controversa nella storia moderna della Slovacchia. La sua carriera politica come parlamentare è iniziata a soli ventotto anni nel 1992, quando era entrato a far parte della sinistra che tentava di raccogliere l’eredità del partito comunista. Successivamente, ha fondato SMER, un partito socialdemocratico affiliato al gruppo S&D di Bruxelles, mossa che aveva portato a forti tensioni con i socialisti europei. Fico ha ricoperto la carica di primo ministro per tre mandati: nel 2006, nel 2012 e nel 2016, quest’ultimo interrotto sotto la pressione della piazza e dei giudici.

Il video:

La sua figura politica è stata caratterizzata da una parabola audace, passando da un background comunista in una prima fase della carriera a un posizionamento populista che talvolta cerca alleanze nell’estrema destra.

I primi soccorsi, il video:

Le parole di Giorgia Meloni

La Presidente Giorgia Meloni ha voluto esprimere la sua solidarietà per quanto accaduto: “Ho appreso con profondo sconcerto la notizia del vile attentato al primo ministro slovacco Robert Fico. Tutti i miei pensieri sono per lui, la sua famiglia e l’amico popolo slovacco. Anche a nome del governo italiano desidero esprimere la più ferma condanna di ogni forma di violenza e attacco ai principi cardine della democrazia e delle libertà”.

Leggi anche: Ilaria Salis, accolto il ricorso: andrà ai domiciliari

Ultimo Aggiornamento: 16/05/2024 07:12