Vai al contenuto

Squadra compra ex giocatore del Barcellona, lui firma ma poi… Chi ha mandato al suo posto. Surreale truffa nel calcio dei Vip

Pubblicato: 15/05/2024 13:13

La vicenda che ha coinvolto due giocatori e un Club di calcio dall’importante storia europea ha semplicemente del surreale. Tutto è iniziato nello scorso mese di Febbraio, quando i talent scout di una delle squadre storiche più titolate della Romania, la Dinamo Bucarest, hanno suggerito ai dirigenti l’acquisto di un giocatore con un buon curriculum internazionale. Edgar Iè, questo il nome del calciatore, è difensore titolare nella Nazionale della Guinea Bissau e vanta un passato prima nelle mitiche giovanili e poi in prima squadra del Barcellona. Ha giocato anche nel Lille, nel Trazbnospor e nel Feyenoord. Iè si è regolarmente presentato al ritiro della sua nuova squadra, ma dopo qualche mese costellato di prestazioni insufficenti e poche presenze in campo, ai responsabili della Dinamo è sorto un dubbio. Ed è emersa l’incredibile ipotesi. Sembrerebbe infatti che Edgar, anziché raggiungere la squadra, abbia mandato al suo posto il gemello Edelino Ié. (continua dopo la foto)

Il caso, che non ha precedenti nella storia del calcio, è particolarmente spinoso. Non solo per ciò che succederebbe al calciatore se lo scambio di persona venisse confermato. Ma anche perché la Dinamo Bucarest si vedrebbe con ogni probabilità sottrarre gli 8 punti realizzati nelle partite in cui lo “Ié sbagliato” è entrato in campo. Una penalizzazione che risulterebbe fatale a un club prestigioso che oggi, però, sta lottando per non retrocedere nella serie B Rumena. Il gemello Edelino, a differenza del suo più talentuoso consanguineo, ha militato solo nei campionati minori portoghesi e in una squadra poco conosciuta della Polonia. I primi sospetti della Dinamo sono sorti non per le prestazioni scadenti, ma perché il difensore appena comprato sapeva parlare solo il portoghese, nonostante i trascorsi in altri Paesi. Poi, il tecnico Zeljko Kopic non lo ha quasi mai impiegato, perché non era convinto da quello che vedeva in allenamento. (continua dopo la foto)

Ultimo ma non ultimo, mentre Edgar Ié gioca in difesa, il gemello è centrocampista. Una differenza che ad alti livelli non si può nascondere. La Dinamo Bucarest, che sarebbe vittima di una delle più clamorose truffe della storia del calcio, sta cercando di correre ai ripari, anche per non subire la penalizzazione che la farebbe retrocedere. Per questo i responsabili del club hanno chiesto che il calciatore si sottoponga a un test del Dna per verificare la sua vera identità. Ed è la prima volta che una questione legata al campo, con conseguente permanenza nella prima Serie oppure la retrocessione, verrà decisa in un laboratorio medico. La difesa della squadra rumena, ovviamente, si basa sull’estraneità dai fatti del club, che sarebbe solo parte lesa. Se la tesi verrà accolta, le conseguenze dello scambio fra gemelli ricadranno solo sui giocatori, per cui si prevede – nel caso il test del Dna confermasse tutta la storia – una lunga squalifica.

Ultimo Aggiornamento: 15/05/2024 13:23