Vai al contenuto

Ucraina, 8.000 persone evacuate nella regione di Kharkiv dopo l’attacco russo

Pubblicato: 15/05/2024 14:37

Almeno 8.000 persone sono state evacuate nella regione di Kharkiv, nell’Ucraina nord-orientale, in seguito alla nuova offensiva russa: lo hanno reso noto i servizi di soccorso. La notizia è arrivata dopo che nella notte alcune zone erano state poste sotto black out d’emergenza a seguito degli attacchi, con il segretario di Stato americano Antony Blinken, in visita a Kiev, che ha annunciato nuovi finanziamenti di due miliardi di dollari per usi militari all’Ucraina. 

Secondo quanto riportato dall’intelligence di Kiev, le forze di difesa ucraine hanno fermato i tentativi russi di sfondare le difese sul fronte di Kharkiv: la situazione si è in qualche modo stabilizzata, ma i combattimenti continuano. Lo ha detto Nazar Voloshyn, portavoce del Gruppo strategico operativo Khortytsia, che opera sul fronte di Kharkiv, secondo quanto riportano i media ucraini. “”Attualmente, la situazione nell’area rimane tesa, ma le unità delle Forze di Difesa stanno conducendo attive battaglie difensive. I tentativi degli invasori russi di sfondare le nostre difese sono stati fermati, e la situazione si è in qualche modo stabilizzata, soprattutto sul fronte di Kharkiv”.

Secondo Voloshyn, “la situazione operativa sul fronte di Kharkiv rimane difficile, ma sta cambiando in modo dinamico. Su gran parte della nostra linea di confine sono in corso feroci battaglie difensive. Ci sono insediamenti in cui le truppe russe stanno cercando di prendere piede e di usarli per avanzare ulteriormente”. Il portavoce ha aggiunto che 11 attacchi russi sono stati respinti nell’oblast di Kharkiv nelle ultime 24 ore, in particolare dentro e intorno agli insediamenti di Hlyboke-Lyptsi, Lukiantsi-Lyptsi, Borysivka-Neskuchne e la città russa di Shebekino-Vovchansk.

Leggi anche: Ricerca, scoperte le proteine che segnalano la formazione di un possibile tumore anche sette anni prima della diagnosi

Ultimo Aggiornamento: 15/05/2024 15:15