Vai al contenuto

Superbonus va alla Camera, ok alla stretta in Senato

Pubblicato: 16/05/2024 12:39

Il Senato ha dato il via libera al decreto che prevede la stretta sul Superbonus e il rinvio della Sugar Tax al luglio 2025. Il provvedimento è stato approvato con 101 voti favorevoli, 64 contrari e nessun astenuto, dopo aver ottenuto la fiducia del governo. Il testo passa ora alla Camera per l’approvazione finale. Il percorso del decreto è stato segnato da tensioni all’interno della maggioranza. Forza Italia si è astenuta durante il voto in commissione Finanze, mentre Italia Viva ha giocato un ruolo decisivo nell’approvazione del testo. L’intervento di Italia Viva è stato determinante per evitare un ulteriore aumento della Sugar Tax.
Leggi anche: Superbonus, il blitz per salvare la maggioranza funziona

Antonio Patuelli, presidente dell’Associazione Bancaria Italiana (Abi), ha espresso preoccupazione per l’impatto del decreto sulle banche, definendo la norma “imprevista e imprevedibile”. Patuelli ha spiegato che le banche, principali acquirenti dei crediti derivanti dal Superbonus, si trovano ora in difficoltà a causa della retroattività della norma che impedisce loro di detrarre tali crediti dalle spese previdenziali e assicurative.

Proteste da Italia Viva e Forza Italia: le contraddizioni

Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, ha dichiarato che il suo partito non sosterrà il governo nonostante il contributo dato in commissione. Renzi ha criticato la gestione del governo definendolo “il governo delle tasse” e ribadendo l’opposizione di Italia Viva alla fiducia.

Dal canto suo, il senatore di Forza Italia Roberto Rosso ha attaccato la Sugar Tax, definendola “una tassa sbagliata” con effetti negativi sui consumi e sulle imprese alimentari italiane. Rosso ha chiesto l’abolizione definitiva della tassa.

Massimo Garavaglia, senatore della Lega e presidente della commissione Finanze, ha riconosciuto le difficoltà affrontate per portare a casa il provvedimento, criticando l’atteggiamento di Forza Italia e sottolineando la necessità di aumentare il numero di componenti in commissione per evitare che un solo voto possa avere un peso eccessivo.

Ultimo Aggiornamento: 16/05/2024 12:43