Vai al contenuto

Vigile spara e uccide una collega: tragedia ad Anzola, Sofia Stefani aveva soltanto 33 anni

Pubblicato: 16/05/2024 19:19

Tragedia oggi pomeriggio poco dopo le 16 nel Comando della polizia locale di Anzola dell’Emilia. Un vigile, di circa 60 anni ha sparato uccidendo una collega. Gli investigatori non escludono il movente passionale. La vittima si chiamava Sofia Stefani. L’uomo su cui sono in corso accertamenti sarebbe Giampiero Gualandi, in passato comandante dei vigili di Anzola. 
Leggi anche: Sofia Stefani, come è morta la ex vigilessa: fermato nella notte un collega
Leggi anche: Sofia Stefani, i messaggi tra la ex vigilessa e il suo presunto assassino: “Sono esausto, non reggo più”

Sospettato un ex collega

Sembra che la vittima avesse avuto una relazione con un altro ex appartenente al corpo, la cui posizione è al vaglio degli inquirenti. Il colpo sarebbe stato sparato da una pistola di ordinanza. Sul posto sono arrivati i carabinieri, che stanno ricostruendo la dinamica dei fatti. Continua il sopralluogo delle forze dell’ordine alla ‘Casa Gialla‘, sede dei vigili, a due passi dal municipio.

“«”Stavo pulendo la pistola quando accidentalmente è partito un proiettile”.Sono state queste, stando all’Adnkronos, le prime parole che l’agente della Polizia Locale in servizio al comando di Anzola nell’Emilia, avrebbe detto ai carabinieri del Reparto operativo di Bologna. Il proiettile ha colpito e ucciso la donna, che in quel momento si trovava nell’ufficio dove è in servizio il 60enne. La presenza della donna potrebbe essere stata motivata proprio dai rapporti che intratteneva con l’uomo, la cui posizione resta al vaglio.

Leggi anche: Maltempo, cede un ponticello a Cantù: si cerca un uomo di 66 anni, disperso

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 21/05/2024 10:49