Vai al contenuto

“I suoi organi salveranno altre vite”: la terribile fine di Gabriele travolto da una balla di fieno

Pubblicato: 21/05/2024 15:57

Dopo cinque giorni di agonia, durante i quali non aveva mai ripreso conoscenza, sono state staccate le spine che tenevano in vita Gabriele Turrina. 52 anni ancora da compiere, sposato e con due figlie, martedì scorso era rimasto coinvolto in un grave incidente mentre lavorava nel fienile dell’azienda agricola di famiglia, in località Gallinelle a Valeggio sul Mincio.

 I suoi organi sono stati donati: “Salverà 6-7 vite, mi dicono”, racconta la moglie Nada Mainenti, 48 anni, che ora dovrà crescere le due figlie di 15 e 17 anni, e ieri mattina si è stretta alla suocera, Angelina Turrina, 92 anni, che non sa capacitarsi di quanto è successo e non vede più un motivo per andare avanti. L’incidente martedì a Valeggio sul Mincio quando l’uomo è stato subito soccorso dai presenti e portato in ospedale. Fino all’ultimo si è sperato potesse farcela, ma troppo gravi si sono rivelati i danni al cervello causati dalla caduta e il 51enne è morto domenica sera, all’ospedale di Borgo Trento.

Una tragedia assurda e che ha gettato nello sconforto i familiari dell’uomo che, nonostante il dolore, hanno voluto però rispettare le sue volontà donando i suoi organi. “Non si arrabbiava mai, neppure davanti alle difficoltà. Era una mosca bianca, di bontà. Non litigavamo mai” ha aggiunto la moglie. Per Gabriele Turrina tanti i messaggi di cordoglio e ricordo sui social. “Ciao Gabry, eri un amico buono, gentile, generoso e premuroso, mancherai un sacco a tutti noi. Ora veglia e proteggi le tue donne da lassù” ha scritto un amico. “Difficile accettare tutto ciò. Impossibile. Ci mancherai e ti penseremo ogni volta che ci troveremo in compagnia” ha scritto un altro.

Erano circa le ore 17 del 14 maggio e Gabriele si trovava al lavoro insieme al fratello Gilberto nell’azienda agricola Primavera, l’allevamento avviato dal padre dei due, quando sarebbe stato travolto da una rotoballe che lo avrebbe spinto via, facendogli sbattere violentemente la testa a terra, sul cemento. Il fratello si sarebbe accorto subito della gravità della situazione ed ha immediatamente lanciato l’allarme al 118, che si è precipitato sul posto anche con l’elicottero. 

Le condizioni del 51enne sarebbero apparse subito disperate ed era stato condotto d’urgenza a Borgo Trento, dove è stato ricoverato in terapia intensiva neurochirurgica: i traumi riportati al capo però si sono rivelati troppo gravi. I funerali di Gabriele Turrina ci celebreranno giovedì 23 maggio alle ore 16 nella chiesa di Valeggio sul Mincio.
Leggi anche: Michela finisce con l’auto nel fiume a 25 anni e muore: le strazianti parole del padre

Continua a leggere su TheSocialPost.it