Vai al contenuto

Gaia Menga morta in auto a 13 anni, la conducente accusata di omicidio stradale. La Procura: “Andava a 80 all’ora”

Pubblicato: 28/05/2024 09:34

La notte della tragedia Betty Sorsile, 33 anni, ha toccato una velocità tra i 70 e gli 80 chilometri orari, quando in via Laurentina ha perso il controllo della Golf. A bordo c’era Gaia Menga, la 13enne morta per le ferite riportate nel ribaltamento della macchina. Il tragico incidente avvenne il 4 novembre del 2023 e, adesso, la procura di Roma, riporta il Corriere della Sera, ha chiuso l’inchiesta fissando alcuni elementi: l’alcol test della conducente è risultato negativo, entro i limiti di legge, e i vigili urbani hanno messo a verbale la scarsa illuminazione della strada. Fatto che però non avrebbe avuto un peso nella dinamica dei fatti, al pari del manto bagnato dalla pioggia.
Leggi anche: Tragico incidente tra tir: due camionisti morti dopo scontro frontale
Leggi anche: Terribile incidente, ragazza perde il controllo e piomba su due pedoni

L’incidente mortale

Erano circa le due di notte, quando Sorsile (amica della mamma di Gaia) secondo le verifiche della Procura, perde il controllo della Golf su via Laurentina, all’incrocio con via Giovanni Gutenberg, in zona Selvotta, vicino a Trigoria. La donna non vede la rotatoria, sbanda, e inizia una carambola mortale. L’auto si ribalta almeno tre volte. Gaia, seduta dietro, viene sbalzata fuori. Per la ragazzina non ci sarà nulla da fare nonostante l’arrivo tempestivo dei soccorsi. A raccontare tutto ai vigili urbani sarà proprio la conducente che ora rischia il processo.

Continua a leggere su TheSocialPost.it