Vai al contenuto

Il giocatore del Genoa Gudmundsson accusato di violenza sessuale: rischia la galera

Pubblicato: 28/05/2024 13:08

È accusato di violenza sessuale in Islanda, il calciatore del Genoa Albert Gudmundsson. Stando a quanto si apprende, la Procura della Repubblica ha fatto riaprire il caso, emettendo un atto d’accusa nei confronti del giocatore, che era stato denunciato da una donna. I fatti erano venuti alla luce nel mese di agosto, quando la ragazza aveva presentato una denuncia per aver subito una molestia sessuale da parte di Gudmundsson.
Leggi anche: L’ex coreografo di Amici e gli abusi sessuali nella danza: “Gli insegnanti nelle docce nudi con noi allievi”
Leggi anche: Magopaolo arrestato per violenza sessuale, ecco chi è: in tv al Costanzo Show e Amici, le foto con Totti e Insegno

Gudmundsson fuori dall’Islanda

Un caso gravissimo, sottolineato anche dalla presidentessa della Federcalcio che aveva preso immediatamente provvedimenti: Gudmundsson era stato infatti tagliato fuori dall’Islanda, dato che secondo le regole della federazione non può allenarsi o partecipare alle partite con il resto della squadra mentre è in corso un’indagine contro di lui. La decisione del pubblico ministero apre le porte a una possibile condanna. Secondo l’avvocato della presunta vittima, la sua testimonianza sarebbe particolarmente credibile e in circostanze simili la decisione di archiviare i casi viene revocata soltanto quando si riscontra un’effettiva colpevolezza. Per questo motivo le accuse di violenza sessuale a carico di Gudmundsson potrebbero portare a gravissime conseguenze. L’articolo 194 del Codice penale generale islandese in materia di reati sessuali recita che “Chiunque ha rapporti o altri rapporti sessuali con una persona senza il suo consenso è colpevole di stupro ed è punito con la reclusione da un minimo di 1 anno a un massimo di 16 anni”.

Continua a leggere su TheSocialPost.it