Vai al contenuto

Papa Francesco contro i seminaristi gay, il generale Vannacci lo difende: “Frociaggine? Descrive alla perfezione la loro tendenza”

Pubblicato: 28/05/2024 14:25
Papa Francesco frociaggine Vannacci

Come era più che prevedibile, hanno sollevato un polverone politico le recenti affermazioni di Papa Francesco, pronunciate lunedì 27 maggio nella storica aula vecchia del sinodo in Vaticano, incontrando i vescovi italiani in occasione della loro assemblea di primavera. Durante il dibattito, il Papa ha affrontato diverse tematiche, tra cui la delicata questione dell’ammissione di persone omosessuali nei seminari. E, nel farlo, si è espresso in un modo e con parole che hanno spiazzato tutti. La pietra dello scandalo è stata soprattutto la decisione del Pontefice di utilizzare il termine “frociaggine”. Linguaggio ingiustificabile secondo più di un commentatore. Ma in soccorso del Pontefice, con un post e una intervista, arriva adesso il generale Roberto Vannacci, candidato con la Lega alle prossime elezioni Europee.
Leggi anche: Papa Francesco sui seminaristi gay, parla l’ex prete: “Basito dalla sua volgarità. Altri papi non lo avrebbero detto”
Leggi anche: Roberto Vannacci, l’appello al voto per le Europee scatena la polemica: “Inneggia al fascismo”

L’intervista in cui Vannacci difende Papa Francesco

“Sono parole che si utilizzano nel gergo comune e che non devono scandalizzare nessuno. – taglia subito corto il generale Vannacci, raggiunto da affaritaliani – Sono espressioni di carattere familiare ed è assurdo che qualcuno gridi all’eretismo, siamo alla solita assurdità del politicamente corretto”.

Ma il punto fondamentale di questa vicenda secondo Vannacci sono “i due pesi e le due misure. Come mai nessuno è insorto? Come mai non ci sono stati 104 esposti in 104 Procure italiane come è accaduto con il sottoscritto? Come mai Pucciarelli (giornalista di Repubblica ndr) e Calenda non insorgono dando al Papa dell’omofobo e istigatore dell’odio? E come mai nessuno dice nulla e nessuno si scandalizza a partire dall’onorevole Zan che afferma che io sia un pericoloso e un violento che dissipa odio? E allora l’onorevole Zan e tutti gli altri perché non dicono le stesse cose di Papa Francesco?”.

“Tutto ciò certifica la totale ipocrisia della sinistra e delle varie associazioni Lgbtq etc… che quando parla il sottoscritto organizzano manifestazioni in piazza scontrandosi con la polizia e lanciando i sex toys. E quando parla il Papa stanno zitti e lasciano che tutto passi sottotraccia, evitando addirittura di evidenziare quanto accaduto. La smettano con questa ipocrisia e vivano in un mondo normale dove la gente pensa, parla, ride, scherza, si esprime, critica, e grida ai quattro venti evviva la libertà”, conclude Vannacci.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 31/05/2024 13:50