Vai al contenuto

Sacerdote stupra tre fratellini e confessa: “Mi sono intrufolato nella loro cameretta”

Pubblicato: 28/05/2024 11:10

Olivier de Scitivaux de Greische, un ex sacerdote di 64 anni, è stato condannato a 17 anni di carcere per aver abusato sessualmente di almeno cinque minori. I terribili fatti sono avvenuti tra la fine degli anni ’90 e l’inizio degli anni 2000: Olivier de Scitivaux, al tempo, era un sacerdote della parrocchia di Orléans molto stimato dai praticanti. Proprio una coppia, una volta, lo ha invitato a cena, senza immaginare che, in quel modo, avrebbero messo in pericolo i loro tre bambini, oggi quarantenni, che al tempo avevano sette e nove anni. Il sacerdote quella sera, con la scusa di andare in bagno, è andato in camera della più piccola e ha abusato di lei. E, nelle settimane successive, anche dei suoi due fratellini.
Leggi anche: Adescavano presunti pedofili e li sequestravano: condannati tre ragazzi
Leggi anche: Maxi operazione contro la pedofilia, sgominata una rete in tutta Italia
 

La condanna del sacerdote

Dopo gli abusi, i tre fratellini hanno raccontato ai propri genitori cosa era successo e l’ex sacerdote (in questi anni ha deciso di rinunciare ai voti e di diventare laico) è stato denunciato nel ’98. Il processo è, ancora oggi, in corso. Sabato 25 maggio, la corte di Loiret, riporta Leggo, ha ascoltato le testimonianze dei tre fratelli, insieme ad altre persone che hanno denunciato l’uomo per aggressioni e violenze sessuali. Olivier de Scitivaux, davanti ai giudici, ha confermato tutto: «Sono stato io, confermo tutte le carezze, le parole, le aggressioni e le penetrazioni che hanno raccontato. Confesso anche i primi due stupri che ho fatto, nel 1982». I giudici hanno così condannato l’uomo a 17 anni di carcere.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 28/05/2024 11:11