Vai al contenuto

Padre e figlio di 12 anni scomparsi durante passeggiata in montagna: trovati i corpi

Pubblicato: 30/05/2024 14:07
Scozia padre figlio morti passeggiata

Doveva essere una semplice gita che purtroppo però si è trasformata in tragedia. Gli sfortunati protagonisti di questa vicenda sono padre e figlio di 12 anni. I due avevano deciso di fare una lunga passeggiata in montagna ma, purtroppo per loro, sono scomparsi. E ora i loro corpi senza vita sono stati ritrovati dai soccorritori. È accaduto nella valle Glen Coe, in Scozia, e i due corpi trovati sono quelli del 49enne Tom Parry e di suo figlio Richie.
Leggi anche: Padre violento torna a casa, il figlio 12enne salva la madre grazie al Mobile Angel

La ricostruzione della disgrazia in cui sono morti padre e figlio

Secondo le prime informazioni riportate dalla Bbc, la polizia britannica non ha ancora effettuato l’identificazione formale dei due corpi senza vita. Ma la loro famiglia è già stata avvertita. Le indagini sono ancora in corso per stabilire se le cause della morte di padre e figlio possano essere diverse da quella ritenuta più plausibile: un tragico incidente dovuto al maltempo.

Il signor Tom Parry, che lavorava come ricercatore di mercato, e suo figlio Richie dovevano tornare a casa mercoledì scorso, dopo aver visitato Glen Nevis e Glen Coe durante un viaggio nelle Highlands scozzesi. Ma proprio in questi ultimi giorni la zona è stata colpita da forti nubifragi. Al punto che lunedì il Met Office ha emesso un avviso giallo di “attenzione” per i temporali. La polizia ha confermato che la loro auto è stata ritrovata nel parcheggio di Three Sisters a Glen Coe, da dove erano partiti martedì.

Maltempo che in questi giorni si sta facendo sentire in maniera molto insistente anche in Italia. È soprattutto il nord del Paese ad essere flagellato da forti piogge e nubifragi. L’invito delle autorità è quello di prestare la maggior attenzione possibile e di non avventurarsi in luoghi ritenuti pericolosi a causa delle precipitazioni.

Continua a leggere su TheSocialPost.it