Vai al contenuto

“Mio nonno…”, Mussolini, rissa con Parenzo: la frase che fa scattare lo scontro in diretta (il VIDEO). Cosa è successo

Pubblicato: 31/05/2024 10:19
Mussolini

David Parenzo e Alessandra Mussolini di nuovo protagonisti di un acceso scontro a “L’aria che tira”. L’ultima volta era successo di tutto, con l’europarlamentare di Forza Italia che aveva accusato il conduttore di spacciare servizi registrati per servizi in diretta. Stavolta ,invece, la discussione è stata incentrata sulle commemorazioni per i 100 anni della morte di Giacomo Matteotti. E qui è arrivato il commento polemico di Alessandra Mussolini, nipote del Duce e oggi candidata all’europarlamento ancora con Forza Italia, che ha acceso David Parenzo. Il tutto si è svolto nel corso della puntata del 30 maggio de “L’aria che tira”, andata in onda su La7: “A una settimana dal voto per le europee, con la gente disperata per i costi, si è impoverita ed è stravolta, andiamo a parlare di fascismo e antifascismo? Ci rendiamo conto?”, attacca Mussolini. A quel punto Parenzo protesta e la Mussolini prosegue con una frase poi ripresa da tutti. (Continua a leggere dopo il video)
Leggi anche: Deodoranti, cosa c’è davvero dentro e quali sono quelli più “pericolosi”. La scoperta choc

Ha detto Alessandra Mussolini: “Mio nonno Benito si è assunto la responsabilità di quel delitto. Ci sono delle stragi in Italia, di mafia, delitti di Stato, che sono rimasti impuniti perché nessuno se ne è assunto la responsabilità”. “Ci sono dei momenti di celebrazione nella storia di una Repubblica…”, interviene Parenzo con l’eurodeputata azzurra che lo interrompe subito: “Solamente prima di una campagna elettorale…”. “Piazza della Loggia no. Bastava dire terrorismo neo-fascista”. “Ma perché uno non può dire di tutti i terrorismi?”. “Assolutamente no, quello era neofascista”, protesta Luigi Manconi. Replica la Mussolini: “Voi perché andate a sfumature? Terrorismo rosso, nero, bianco verde… Voi non insegnate assolutamente niente ai giovani, voi volete fomentare, voi fomentate dalla mattina alla sera”.

Continua a leggere su TheSocialPost.it