Vai al contenuto

Scozia, polizia si dimentica di intervenire: coppia muore così dopo 3 giorni di agonia

Pubblicato: 31/05/2024 12:43

Una tragica vicenda di inefficienza e ritardi nei soccorsi ha portato alla morte di una coppia britannica in Scozia. Lamara Bell e John Yuill, una giovane madre di 25 anni e il suo compagno di 28 anni, sono deceduti dopo essere rimasti intrappolati per tre giorni nelle lamiere della loro auto incidentata. Nonostante una chiamata di emergenza da parte di un passante, la polizia non è intervenuta tempestivamente. L’incidente è avvenuto sulla M9, vicino a Stirling.

La polizia scozzese ha riconosciuto il proprio errore e ha chiesto scusa, risarcendo la famiglia con un milione di sterline. Un’inchiesta ha stabilito che Yuill è morto immediatamente nell’incidente, mentre Bell avrebbe potuto sopravvivere se la chiamata di emergenza fosse stata gestita correttamente. Quando i soccorsi sono finalmente arrivati, tre giorni dopo, Bell era ancora viva ma è deceduta in ospedale a causa delle gravi ferite.
Leggi anche: Ucraina, tutto l’Occidente dà l’ok per l’utilizzo di armi in Russia: Italia isolata

Cause della tragedia

L’indagine ha rivelato che un fallimento sistemico nella gestione delle chiamate di emergenza ha contribuito in modo sostanziale alla tragedia. Quel giorno, la polizia era a corto di personale e un sergente anziano, che non era adeguatamente formato per gestire le emergenze, aveva annotato la chiamata su un taccuino senza inserirla nel sistema informatico. Di conseguenza, non è stata intrapresa alcuna azione concreta.

Il sergente non ha ricevuto un’adeguata supervisione e il suo errore non è stato scoperto tempestivamente a causa di carenze organizzative all’interno della polizia locale. Questo “fallimento organizzativo” ha avuto conseguenze devastanti per le due vittime e le loro famiglie.

La coppia ha trascorso tre giorni nella loro Renault Clio prima di essere scoperta l’8 luglio, nonostante la polizia fosse stata precedentemente allertata dell’incidente. John Yuill, padre di cinque figli, è stato dichiarato morto sul posto. Lamara Bell, madre di due figli, è morta quattro giorni dopo in ospedale.

La polizia scozzese ha promesso di rivedere e migliorare le procedure di gestione delle chiamate di emergenza per evitare che simili tragedie possano ripetersi in futuro. Le famiglie delle vittime sperano che questa dolorosa lezione possa portare a cambiamenti significativi nel sistema di emergenza scozzese.

Continua a leggere su TheSocialPost.it