Vai al contenuto

Meteo, nuova allerta in Italia: “Temporali violenti”. Dove si abbatteranno i rovesci

Pubblicato: 11/06/2024 17:45

Dopo un’anticipazione di clima estivo nei giorni scorsi, una vasta depressione centrata sulla Scandinavia sta ora influenzando gran parte dell’Europa, raggiungendo anche le regioni settentrionali dell’Italia. Questa situazione sta portando condizioni di forte instabilità, con precipitazioni prevalentemente sotto forma di rovesci o temporali, talvolta anche di notevole intensità.
Leggi anche: “Sei proprio uno stro**”. Fedez, lo scherzo a Salvini finisce malissimo: il video diventa virale

In base alle previsioni attuali, il Dipartimento della Protezione Civile, in collaborazione con le regioni coinvolte, ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. Questi fenomeni meteo possono causare criticità idrogeologiche e idrauliche in diverse aree del Paese, come riportato nel bollettino nazionale di criticità e di allerta disponibile sul sito del Dipartimento.

Avviso meteo per i prossimi giorni

A partire dal tardo pomeriggio di oggi, martedì 11 giugno, sono previste piogge sparse, a tratti diffuse, con rovesci o temporali su Piemonte, Lombardia e Friuli Venezia Giulia, estendendosi poi domani su Emilia-Romagna e provincia autonoma di Bolzano. Questi fenomeni saranno accompagnati da rovesci intensi, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. In base alle previsioni e ai fenomeni in atto, per la giornata di domani, mercoledì 12 giugno, è stata emessa un’allerta arancione per rischio temporali su parte della Lombardia, mentre altre regioni saranno sotto allerta gialla.

Allerta arancione (moderata criticità per rischio temporali):

  • Lombardia: Bassa pianura centro-occidentale, Pianura centrale, Bassa pianura occidentale, Nodo Idraulico di Milano.

Allerta gialla (ordinaria criticità per rischio idraulico e temporali):

  • Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Bolzano
  • Veneto: Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Livenza, Lemene e Tagliamento, Adige-Garda e monti Lessini, Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige
  • Emilia Romagna: Montagna emiliana centrale, Pianura reggiana, Pianura modenese, Costa ferrarese, Bassa collina piacentino-parmense, Montagna piacentino-parmense, Alta collina piacentino-parmense, Pianura reggiana di Po, Collina emiliana centrale, Pianura bolognese, Montagna bolognese, Collina bolognese, Pianura piacentino-parmense, Pianura ferrarese
  • Friuli Venezia Giulia: Bacino di Levante/Carso, Bacino dell’Isonzo e Pianura di Udine e Gorizia, Bacino del Livenza e del Lemene
  • Lombardia: Alta pianura orientale, Laghi e Prealpi Varesine, Laghi e Prealpi orientali, Appennino pavese, Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche, Bassa pianura orientale, Bassa pianura centro-orientale
  • Piemonte: Pianura Torinese e Colline, Pianura settentrionale
  • Umbria: Chiani – Paglia, Nera – Corno, Trasimeno – Nestore, Chiascio – Topino, Medio Tevere, Alto Tevere

Ordinaria criticità per rischio idrogeologico (allerta gialla):

  • Friuli Venezia Giulia: Bacino di Levante/Carso, Bacino montano del Tagliamento e del Torre, Bacino dell’Isonzo e Pianura di Udine e Gorizia, Bacino del Livenza e del Lemene
  • Lombardia: Laghi e Prealpi orientali, Orobie bergamasche, Nodo Idraulico di Milano
  • Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Bolzano

Previsioni meteo per domani 12 giugno

Domani, mercoledì 12 giugno, al Centro-Sud e sull’Emilia meridionale e la Romagna, si prevede tempo prevalentemente soleggiato, nonostante il transito di nuvolosità ad alta quota, che sarà localmente densa. Nel pomeriggio sono attesi locali rovesci o temporali tra Toscana, Umbria e Marche. Al Nord, continuerà la fase di instabilità, con cielo generalmente nuvoloso e un alto rischio di precipitazioni, soprattutto nel pomeriggio e nella serata, prevalentemente sotto forma di rovesci o temporali. Le temperature massime potrebbero superare i 35 gradi in Sicilia e Calabria, mentre al Nord sono previste in lieve calo, rimanendo generalmente sotto le medie stagionali e non superando i 25 gradi.

Continua a leggere su TheSocialPost.it