Vai al contenuto

Uova ritirate dal commercio, probabile rischio di contaminazione microbiologica: quali sono i lotti interessati

Pubblicato: 24/06/2024 15:57

Il Ministero della Salute ha segnalato quattro richiami su indicazione del produttore per rischio di contaminazione microbiologica. Ad essere finite al centro di un richiamo le uova dell’azienda agricola “Vanzelli Gino”, situata in via Dei Kennedy a Sant’Angelo Di Piove, in provincia di Padova. Gli esperti hanno ufficializzato il richiamo con comunicati sul sito del Ministero della Salute, indicando il rischio di contaminazione microbiologica. È stato raccomandato di non consumare il prodotto e di restituirlo al punto vendita dove è stato acquistato. Sono quattro i formati delle uova Vanzelli oggetto del richiamo:

Confezione uova da 6 maxi, con scadenza da 15 al 19 luglio 2024;;
Confezione uova fresche da 6 large, con scadenza da 15 al 19 luglio 2024;
Confezione uova da 10, con scadenza da 15 al 19 luglio 2024;
Confezione uova da 30 da 1600g, con scadenza da 15 al 19 luglio 2024.
Leggi anche: Allarme vongole nei supermercati italiani: “Sono pericolose”. Tutti i lotti da riportare indietro

Uova e farina: i prezzi salgono vertiginosamente in vista del Carnevale, tra le cause l'influenza aviaria

Sono stati richiamati diversi lotti di uova a causa di problemi di sicurezza alimentare. I lotti interessati dal richiamo, sia sfusi sia in confezioni da 6, 10 e 30 pezzi, hanno una scadenza compresa tra il 15/07/24 e il 19/07/24. Questo richiamo riguarda tutti i formati di confezionamento, dalle uova vendute singolarmente a quelle confezionate in scatole di diverse dimensioni. I consumatori che hanno acquistato questi prodotti sono invitati a restituirli al punto vendita in cui sono stati acquistati. In cambio, potranno scegliere tra la sostituzione del prodotto o il rimborso. In alternativa, le uova possono essere restituite al Servizio Igiene degli Alimenti e Nutrizione della Asl locale, in conformità con le indicazioni riportate nelle comunicazioni ufficiali del Ministero della Salute.

A differenza di altri richiami precedenti, in cui gli esperti del Ministero della Salute hanno fornito dettagli specifici sull’agente patogeno responsabile della contaminazione, in questo caso non è stata fornita alcuna informazione particolare al riguardo. Questo rende difficile identificare esattamente quale sia il rischio specifico. Tuttavia, per ottenere una comprensione più chiara di cosa si intenda con “contaminazione microbiologica”, è utile fare riferimento al portale “Epicentro”, gestito dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS).

Continua a leggere su TheSocialPost.it