Vai al contenuto

Tragedia in montagna, escursionista precipita e muore a 32 anni

Pubblicato: 29/06/2024 19:04

Una giornata che doveva essere all’insegna della scoperta e dell’avventura si è trasformata in tragedia sulle vette imponenti del Trentino. Un giovane escursionista di 32 anni, residente a Cassola, ha perso la vita mentre si arrampicava verso Cima d’Asta, nel suggestivo scenario montuoso della regione.
Leggi anche: Rapina a Sassari, la banda armata e il bottino record: quanto hanno rubato
Leggi anche: Escursionista friulano di 29 anni trovato morto sotto il Cimon di Palantina

Dinamica dell’incidente

Secondo quanto ricostruito, l’uomo ha intrapreso la sua escursione solitaria dal Canalone dei Bassanesi, un percorso noto per la sua bellezza ma anche per le sue insidie. Il destino ha voluto che durante l’ascesa lungo la cresta, l’escursionista scivolasse su un tratto roccioso, precipitando per oltre 50 metri. È stato un tragico incidente che ha interrotto bruscamente la sua avventura in montagna.
Leggi anche: Disperso in montagna 22 anni fa: “Cadavere ritrovato mummificato e in perfetto stato”

Il dramma è stato scoperto grazie alla prontezza di altri escursionisti, che, durante il loro cammino, hanno avvistato il corpo dell’uomo e prontamente hanno allertato il numero di emergenza 112. Da quel momento è scattato un complesso dispositivo di soccorso coordinato da Trentino Emergenza e dalla Stazione Tesino del Soccorso Alpino e Speleologico.

L’elicottero di Trentino Emergenza è stato immediatamente dispiegato per localizzare con precisione l’escursionista e valutare le condizioni del luogo, in una operazione resa delicata dalle caratteristiche impervie del terreno. Un Tecnico di elisoccorso è stato calato con un medico a bordo, ma purtroppo non c’era più nulla da fare per il giovane escursionista, la cui morte è stata constatata sul posto.

Successivamente, con ulteriori operazioni di supporto e con il nullaosta delle autorità competenti, i soccorritori hanno proceduto al recupero della salma. Utilizzando il verricello dell’elicottero, il corpo è stato trasportato verso la base operativa di Malga Sorgazza, dove è stato affidato alle forze dell’ordine per le necessarie procedure legali.

Continua a leggere su TheSocialPost.it