Vai al contenuto

Omicidio Paganelli, violenta lite tra Manuela Bianchi e Valeria Bartolucci: tirate di capelli e spintoni

Pubblicato: 02/07/2024 18:40

Con l’avvicinarsi degli esiti del DNA e della possibile svolta che ne consegue sul caso del delitto di Pierina Paganelli, le tensioni sono aumentate nel condominio di via del Ciclamino a Rimini, dove la 78enne è stata uccisa a coltellate. Nelle ultime ore, una violenta lite è scoppiata tra Manuela Bianchi, nuora della vittima, e Valeria Bartolucci, moglie dell’unico indagato per l’omicidio, il 34enne Louis Dassilva, che sarebbe stato anche amante di Manuela.

La lite è scoppiata nel pomeriggio di martedì 2 luglio, mentre Manuela Bianchi stava commentando con una troupe televisiva le scritte offensive apparse sui muri vicino al luogo dell’omicidio. Le due donne si sono incontrate casualmente davanti al vano ascensore del palazzo. Manuela stava parlando delle scritte quando Valeria e Louis, che stavano rincasando, sono arrivati.
Leggi anche: Omicidio Pierina Paganelli, oggi interrogatorio di Louis Dassilva: è svolta

Le tensioni, già alte a causa della relazione scoperta tra Manuela e Louis, sono esplose in insulti e accuse. Valeria Bartolucci avrebbe afferrato Manuela per i capelli, prima che i presenti riuscissero a separarle. L’episodio è stato segnalato alle forze dell’ordine.

Poche ore prima della lite, erano apparse sui muri del palazzo scritte offensive contro Manuela Bianchi, tra cui “Codarda” e “farai la fine di Pierina”. Le scritte sono state scoperte da una residente del condominio, che ha avvisato la polizia dopo aver visto Louis Dassilva scendere dalla casa che condivide con Valeria per cancellarle.

Continua a leggere su TheSocialPost.it