Vai al contenuto

“Festa per scambisti”…. ma è un libro per bambini. Ed esplodono le polemiche. “Vogliono legalizzare la pedofilia” (VIDEO)

Pubblicato: 03/07/2024 10:28

Ha scatenato molte polemiche in Rete la pubblicazione di in libretto scritto da Brad Gosse, un comico del filone “black humor” che vive a Toronto, in Canada. Intitolato “La Festa per Scambisti di Mamma e Papà“, il volume non appartiene alla filiera dei tanti libretti ironici a cui siamo abituati, e non è nemmeno un trattato sulle abitudini sessuali degli adulti. O meglio, un po’ lo è: solo che si tratta di un libro per bambini. Volutamente provocatorio nelle intenzioni dell’autore. Ed esplicito sin dalla copertina. Il lavoro di Gosse abbonda di riferimenti a tematiche erotiche “particolari”. Basta leggere qualche estratto: “I miei parenti sono degli scambisti, proprio come me”, recita il piccolo protagonista del volume. Oppure: “Mamma è andata su Internet per cercare nuovi amici”. E non pensate che si tratti solo di metafore. L’autore, per non lasciare spazio a dubbi, a un certo punto scrive “E’ iniziato con un contratto e una ciotola piena di chiavi“. Un chiaro riferimento a un “gioco” molto in voga fra chi pratica lo scambismo, in cui si mettono le chiavi della macchina in un contenitore e poi si pescano a caso per stabilire quali coppie si scambieranno i partner.
Leggi anche: Bambini picchiati e chiusi al buio nello stanzino dell’asilo: condannate due maestre

<>

La vicenda riporta in primo piano un problema di cui si dibatte da tempo. Cioè l’informazione sessuale, di vario genere, un vero e proprio bombardamento a cui sono sottoposti i ragazzini anche in giovanissima età. Niente in contrario rispetto a una sana educazione sul tema, ma la comunicazione ossessiva incentrata sulla sessualità in tutte le sue forme fa credere ai più piccoli che tutta la loro crescita psicofisica si limiti alla sfera sessuale e alla loro “appartenenza a un genere“. O non appartenenza, in tempi di individui che si dichiarano non binari, qualsiasi cosa voglia dire. Per non parlare dell’accesso indiscriminato a ogni tipo di pornografia in Rete da parte di ragazzini non ancora adolescenti. Il libretto di Gosse si inserisce in questo filone narrativo, e inanella perle come “Loro guardano qualche film, danno i preservativi ai ragazzi” o “Questo è perché ogni notte prego di avere una festa per scambisti al mio compleanno”. Frasi e contenuti che hanno scatenato critiche e proteste sui social. E diverse persone hanno lanciato un allarme: “La legalizzazione della pedofilia non è lontana“.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 03/07/2024 12:47