Vai al contenuto

Vincenza uccisa a coltellate: il sexy shop, l’ultimo giro in bici e gli interrogatori al marito…

Pubblicato: 04/07/2024 12:27

Scomparsa e ritrovata senza vita: è la tragica sorte di Vincenza Saracino, una donna di origini molfettesi, sparita nel nulla martedì 2 luglio. Il suo corpo è stato rinvenuto in un casolare a Preganziol con una profonda ferita alla gola. Le indagini preliminari suggeriscono che la donna sia stata uccisa a coltellate. La caccia all’assassino è scattata subito, con gli inquirenti che hanno interrogato il marito, Fabio, già sentito al momento della scomparsa. Vincenza Saracino, titolare insieme al marito di un sexy shop a Preganziol, aveva fatto perdere le sue tracce martedì pomeriggio, dopo essersi allontanata dal luogo di lavoro con una city bike elettrica di colore azzurro.
Leggi anche: Il comandante muore durante il volo: panico a bordo
Leggi anche: Giuseppe si allontana da casa e non risponde al telefono: trovato morto in un campo

Al vaglio i filmati delle telecamere di sicurezza

Prima del tragico ritrovamento, la prefettura di Treviso aveva emesso un comunicato di scomparsa, descrivendo gli ultimi movimenti della donna. L’ultimo avvistamento era stato nei pressi di un supermercato lungo la strada Terraglio, intorno alle 17:30.

Non è ancora chiaro se Vincenza sia stata uccisa nel casolare o se vi sia stata portata successivamente. Gli inquirenti stanno analizzando le telecamere di sicurezza per ricostruire il percorso fatto dalla donna.

La Scientifica è al lavoro per raccogliere prove cruciali e le ricerche proseguono per trovare alcuni effetti personali della vittima che risultano mancanti, oltre all’arma del delitto. La comunità è sotto shock per questa terribile vicenda, con la speranza che la giustizia possa presto fare il suo corso e che l’assassino venga assicurato alla giustizia.

Continua a leggere su TheSocialPost.it