Vai al contenuto

Mamma rapita insieme al figlio, le orribili minacce: “Ti faccio fare la fine di Giulia Cecchetin”

Pubblicato: 06/07/2024 18:20

Un sequestro che poteva finire malissimo, con minacce inquietanti. “Se non lo avessimo fermato, probabilmente li avrebbe ammazzati”. Così il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Padova, il colonnello Michele Cucuglielli, ha parlato alla stampa del rapimento della donna di 26 anni, di origini albanesi, e di suo figlio di 5, avvenuto ieri, venerdì 5 luglio, tra Borgoricco nel Padovano e Grigno in Trentino. Il sequestratore, un connazionale di 33 anni, è stato arrestato dopo una fuga di 100 chilometri.
Leggi anche: Mercurio nel pesce spada, scatta il ritiro: l’allarme del Ministero della Salute

“Durante l’inseguimento abbiamo vissuto momenti drammatici: l’uomo diceva alla donna che se fosse stato fermato da personale in uniforme li avrebbe ammazzati e che le avrebbe fatto fare la stessa fine di Giulia Cecchettin” ha spiegato il colonnello Cucuglielli. “C’era una storia di conoscenza precedente. Lui si era reso responsabile di maltrattamenti, di reati contro questa donna” ha aggiunto il militare. Secondo quanto è stato ricostruito, l’uomo è salito nell’auto della donna mentre stava accompagnando il figlio alla scuola dell’infanzia, si è messo alla guida e si è dileguato con mamma e figlio a bordo.

L’allarme era stato dato dal marito della 26enne che, non riuscendo a mettersi in contatto con lei, ha immediatamente chiamato il 112. “Il nostro operatore ha avuto l’accortezza di accorgersi subito che era una situazione molto grave e ha attivato tutta la macchina investigativa dell’Arma che in pochissimo tempo è riuscita a risolvere la situazione”, ha precisato il colonnello. La donna è stata immobilizzata con alcune fascette di plastica alle caviglie. Durante la fuga, braccato dai carabinieri, l’uomo ha anche continuato a brandire il coltello, tenendo in ostaggio donna e bambino.

Continua a leggere su TheSocialPost.it