salvini raggi

La politica 2.0 si fa sui social, su Twitter. Che il profilo del nostro vicepremier Matteo Salvini sia uno dei più attivi nel mondo dei cinguettii è un dato di fatto e da tempo ci sta ormai abituando a veri e propri dibattiti in diretta, discussioni che non potrebbero trovare né tempo né luogo al Parlamento. L’ultimo, quello con Virginia Raggi.

Virginia Raggi richiama Salvini

Non si sono risparmiati nulla da nessuna delle due parti. In questo momento la sindaca di Roma, Virginia Raggi, e il vicepremier Matteo Salvini stanno monopolizzando l’attenzione degli utenti di Twitter a suon di durissimi tweet l’un contro l’altro.

Tutto ha avuto inizio da alcune parole scritte nero su bianco dalla sindaca cinquestelle: “Indignata per gli spari fuori dall’asilo alla Magliana“. Le parole della Raggi fanno chiaramente riferimento a quanto accaduto stamane nella periferia di Roma davanti ad un asilo dove un uomo di 34 anni, Andrea Gioacchini, è stato freddato alcuni colpi di pistola partiti da due uomini in scooter. L’uomo è deceduto in serata. Sempre la Raggi, nello stesso tweet: “Roma ha bisogno di più poliziotti come annunciato dal ministro Matteo Salvini. Non è più possibile aspettare, serve un numero di forze dell’ordine congruo per la Capitale d’Italia“.

salvini raggi

Matteo Salvini e Virginia Raggi

Salvini risponde seccato: “Ognuno faccia il suo mestiere

Una frecciatina quella della Raggi che solleva un polverone sicuramente non nuovo così come il problema. “Caro sindaco – sono questo però le parole che giungono come immediata risposta proprio da Salvini – Il ministro dell’Interno lavora per i cittadini di Roma e di tutte le città d’Italia; ma ognuno faccia il suo mestiere e i sindaci si preoccupino di coprire le buche nelle strade, perché non si possono fare i rally in motorino in giro per Roma; di avere autobus puntuali; di togliere l’immondizia dalle strade e dai cassonetti, perché ci sono dei gabbiani in giro per Roma che sembrano degli pterodattili e fanno quasi paura“.

Si evince chiaramente il tono stizzito di Salvini che istigato dalla Raggi ha voluto risponderle a tono, come a volerle ricordare il gap che intercorre tra le loro due diverse cariche.

 

Il post scriptum tagliente: “Benvenuto nel club!

Una risposta tagliente che non lascia però taciturna la Raggi che, sempre su Twitter, ha risposto ancora ricalcandone il tono: “Caro Matteo Salvini, bando alle chiacchiere e mettiamoci al lavoro. Io faccio il mio: la prossima settimana entreranno in servizio 500 nuovi vigili urbani che si aggiungono ai 400 già assunti nel 2018: stiamo parlando di 900 nuovi agenti in più per Roma, presi in meno di un anno“. La Raggi, sulla difensiva, da lustro al suo operato: “Martedì saranno tutti qui in Campidoglio per firmare i loro contratti e andare in strada al fianco dei cittadini. Ti aspettiamo qui per salutarli perché le Istituzioni devono impegnarsi, senza distinzioni, per le persone. Io, come te, non amo le chiacchiere ma preferisco i fatti. P.S. Permettimi una battuta. Per due anni è sempre stata solo e esclusivamente #TuttaColpaDella Raggi. Benvenuto nel club!“.