Esplosione Parigi, Angela Grignano operata:

È stata operata e ora è in coma farmacologico Angela Grignano, l’italiana rimasta coinvolta dall’esplosione devastante che si è deflagrata da un panificio in rue de Trevise a Parigi e che ha provocato la morte di 3 persone. Sulle condizioni della ragazza i medici non si sbilanciano. Si teme, tuttavia, l’amputazione della gamba.

AGGIORNAMENTO DELLE 12.32: Angela Grignano si sarebbe svegliata dal coma e avrebbe riconosciuto i famigliari. Ancora dubbi sul futuro della gamba della ragazza, fortemente danneggiata. Da una parte, l’opzione peggiore consiste nell’amputazione, dall’altra la possibilità di una ricostruzione dell’arto.

Esplosione a Parigi, le condizioni di Angela

Per la mano i medici sono riusciti a salvare tutto, per la gamba la cosa è più complessa” riporta il fratello della trapanese, don Giuseppe, parroco di Castellammare del Golfo. “L’esplosione non ha colpito nessun organo vitale – continua – tuttavia risultano gravemente danneggiati una mano e una gamba. Risultano recisi molti vasi sanguigni e nervi, stanno provando a recuperare il più possibile senza arrivare alla più peggiore delle ipotesi che è l’amputazione“. Un’ipotesi tragica per un’insegnante di danza come Angela, che si era trasferita nella capitale francese da circa un mese e mezzo per continuare i suoi studi in una città piena di stimoli e speranze come Parigi.

È rimasta una sola arteria ad irrorare la zona sotto il polpaccio. È in atto una forte infiammazione all’arto che potrebbe avere pesanti ripercussioni sulle condizioni generali della paziente”, ha infine aggiunto ad ANSA sempre il fratello di Angela, che è accorso assieme ai genitori all’ospedale di Lariboisière nella giornata di ieri.

Nel pomeriggio, Angela verrà nuovamente sottoposta a operazione. “Siamo nelle mani di Dio” ha concluso il fratello, portavoce della famiglia Grignano.

Parigi, l’inferno dalla panetteria, 3 gli italiani coinvolti

È un quartiere scosso quello dell’Opera di Parigi, dopo l’esplosione improvvisa causata da una fuga di gas. I morti sono quattro, due pompieri accorsi prima dell’esplosione sul luogo, una ragazza spagnola e una donna, dispersa fino a questa mattina e trovata morta sotto le macerie. Una trentina i feriti, tra i quali Angela Grignano, Valerio Orsolini, videomaker per CartaBianca e Matteo Barzini, inviato di Agorà.