alessia-alda-e-alba

Sta per scattare l’ora X, stasera andrà in onda su Canle 5 la prima puntata dell’Isola dei Famosi. Già ai posti di manovra con le sue Alda e Alba, opinioniste di ferro in studio, Alessia Marcuzzi si prepara alla partenza.

La conduttrice la definisce “L’Isola delle donne” e svela qualche novità nelle prove che dovranno affrontare i naufraghi. “Ci saranno tante nuove figure“.

Le donne di Alessia

È pronta a fare squadra con il suo cast tutto al femminile. Alessia vede nella quota rosa che ha al suo fianco una carta vincente.

Non ci saranno solo la D’Eusanio e la Parietti, ma anche Donatella Versace, che vestirà di sera in sera la conduttrice, la Cappi, autrice del programma. “Donatella Versace che mi veste, Barbara Cappi che è la mia autrice, insomma siamo tutte donne. Inattaccabili. Siamo una fortezza…“.

alda-e-alba

Alda D’Eusanio e Alba Parietti opinioniste all’Isola dei Famosi. Fonte foto: TgCom

 

Forte della sua fanteria la Marcuzzi sa già che si troverà benissimo, dopotutto non è la prima volta che lavora fianco a fianco con le donne. “A me piace che Alda e Alba siano così, devono essere spontaneee.

Ho lavorato con tante donne forti, Mara Venier è una donna con la D maiuscola, basta vedere i suoi successi, anche Vladimir Luxuria. E quando ci uniamo siamo una potenza. Lo dico sempre alle concorrenti. Gli uomini ad esempio hanno già fatto i gruppetti, le donne si annusano“.

Quali sono le novità?

In una lunga intervista rilasciata a TgCom24, Alessia Marcuzzi ha dichiarato che questa che si appresta a cominciare sarà un’isola divertente, con tante novità. “Sarà diversa perché ci sono pirati, galeotti, polene, ci saranno tante figure nuove e prove legate al tesoro“.

alessia-marcuzzi

Alessia Marcuzzi parla dell’Isola

Dopo tutto la formula dell’Isola è vincente anche così com’è. “Perché è una esperienza che vorrebbero fare tutti” spiega la veterana Marcuzzi. “Magari senza telecamere. Tutti quelli che tornano mi dicono che la rifarebbero, l’isola rimane dentro, puoi isolarti, puoi pensare, perché la difficoltà più grossa è la mente e non la fame“.