Sanremo, chi è stato il più pagato tra i conduttori del Festival?

Giorni fa sono uscite le indiscrezioni circa i compensi dei tre presentatori della prossima, ormai imminente, edizione del Festival di Sanremo. E, come al solito, puntuali, come il festival stesso, non sono mancate le polemiche.

Se c’è, infatti, un argomento che ad ogni inizio anno fa discutere non poco è proprio il cachet percepito da chi conduce il festival. Argomento che ha costretto la Rai a diffondere un comunicato di risposta a chi sostiene che Claudio Baglioni potesse percepire 100mila euro in più rispetto alla passata edizione.

Ma, dal 2006 ad oggi, chi – e soprattutto quanto – ha guadagnato di più presentando il Festival della Canzone Italiana?

Al primo posto un ex aequo

La doverosa premessa è che le cifre che stanno per essere sciorinate sono state fatte circolare dalla stampa. La Rai, infatti, per motivi di privacy non ha mai reso pubblici compensi e cachet dei conduttori del palco di Sanremo.

Concluso l’incipit, il primo posto di questa speciale classifica se lo contendono in due: Giorgio Panariello e Paolo Bonolis, che, il primo nel 2006 e il secondo nel 2009, hanno ricevuto dal Festival di Sanremo una retribuzione di 1 milione di euro.

Un bel distacco da Gianni Morandi, che li segue al terzo posto. Il cantante emiliano, per le edizioni 2011 e 2012, ha percepito 800mila euro a stagione.

“Dal Festival dipende la stabilizzazione della cassa del servizio pubblico”

In particolare, l’edizione del 2006 è stata anche la più onerosa di tutte, se si aggiungono al cachet di Panariello quelli delle co-conduttrici, Victoria Cabello e Ilary Blasi (400mila e 500mila euro, in quest’ordine), per una spesa totale di quasi 2 milioni di euro.

Sanremo, chi è stato il più pagato tra i conduttori del Festival?

Giorgio Panariello, Victoria Cabello e Ilary Balsi alla presentazione del Festival di Sanremo 2006

Benché le cifre siano molto alte, queste rientrano perfettamente nei costi dell’evento, e sono, anzi, necessarie. Teresa De Santis, direttrice di Rai 1, ha spiegato, durante la presentazione della prossima edizione di Sanremo, che: “Sanremo è l’assett principale non solo di Rai 1 ma dell’intera Rai. Dal festival dipende la stabilizzazione della cassaforte del servizio pubblico“. Le cifre che circolano, infatti, vorrebbero già 26 milioni incassati, in linea con le edizioni degli altri anni, che avrebbero fruttato già 9 milioni di attivo.

Una cifra che potrebbe crescere ancora, secondo le stime di Roberta Lucca (Rai Pubblicità): “Arriviamo da due anni di raccolta pubblicitaria record al festival ma quest’anno ci aspettiamo di superare l’anno scorso almeno del 5%“.

Dove si piazzano i conduttori dell’edizione 2019?

Andando avanti con la classifica, le cifre iniziano a stabilizzarsi: secondo i dati ufficiosi, ma smentiti dalla Rai, con i 700mila euro di quest’anno Baglioni sarebbe al quarto posto, davanti alle tre edizioni (2015, 2016 e 2017) targate Carlo Conti, con 650mila euro a stagione. Le ultime posizioni spettano a Fabio Fazio (600mila euro ad edizione) ed Antonella Clerici, la cui cifra ricevuta si attesta sui 500mila euro.

E gli ingaggi dei conduttori di Sanremo 2019? Detto di Claudio Baglioni, le sue spalle, Claudio Bisio e Virginia Raffaele, percepirebbero rispettivamente 400mila euro e 300 mila euro. Numeri decisamente in calo rispetto agli anni passati. Ma la polemica non è destinata a cessare.

Sanremo, chi è stato il più pagato tra i conduttori del Festival?

I tre conduttori del Festival 2019