non accetta la fine del matrimonio l'accoltella al cuore uccidendola

Un delitto passionale, un ennesimo femminicidio ad insanguinare un normale sabato sera. Un’altra giovane donna morta per aver detto no. È successo a Curno, in provincia di Bergamo, dove Marisa Sartori abitava. La giovane è stata uccisa con una coltellata al cuore dall’ex che non si dava pace. Marisa è la seconda donna uccisa in poco tempo nella provincia di Bergamo; a Gorlago è ancora fresco il ricordo dell’efferato omicidio di Stefania Crotti, la 42enne ammazzata a colpi di martello dall’ex compagna del marito.

Bergamo: non accetta la separazione la uccide

È accaduto tutto ieri sera, intorno alle 20, secondo le prime ricostruzioni le modalità sono quelle di un agguato.

L’ex marito, un tunisino di nome Arjoun Ezzedine di 35 anni, l’ha aspettata in garage e poi l’ha aggredita accoltellandola a morte. Insieme a Marisa c’era la sorella che ha tentato di tutto per difenderla, rimanendo gravemente ferita nella colluttazione. Il dramma si è consumato presso un complesso residenziale composto da una quarantina di appartamenti comunali in via IV Novembre.

Sul caso i carabinier di Curno. Immagine di repertorio

Sul caso i carabinieri di Curno. Immagine di repertorio

Sul luogo sono arrivati carabinieri e 118, ma se la sorella della giovane è stata trasportata d’urgenza e in gravi condizioni presso l’ospedale Papa Giovanni XXIII per Marisa non c’è stato nulla da fare.

Sul posto è giunto anche il sindaco Luisa Gamba.

Leggi anche: Stefania Crotti, uccisa dall’ex di suo marito

Non si dava pace dopo la separazione

Come si legge sui media locali, l’uomo non aveva accettato la separazione dalla compagna, per questo avrebbe agito. Marisa e Arjoun Ezzedine si erano sposati in Tunisia, tornati in Italia la coppia aveva chiesto la trascrizione del matrimonio in comune, ma poco dopo sono iniziati i problemi e Marisa aveva chiesto la separazione.

Lei lo aveva lasciato ed era tornata a vivere a casa dei genitori; secondo quanto raccontato da un parente, lui la minacciava spesso e lei lo aveva denunciato più volte. “Sapevo sarebbe finita così” ha dichiarato il parente, ora l’uomo si trova in stato di fermo ed è accusato di omicidio e tentato omicidio.

Marisa, uccisa nella serata di ieri. Credits: facebook

Marisa, uccisa nella serata di ieri. Credits: facebook