baglioni

Puntuale si è aperto il Festival di Sanremo 2019 sul palco dell’Ariston. Il tema quest’anno è l’armonia e i padroni di casa lo presentano con tutti gli onori. Claudio Baglioni, Virginia Raffaele e Claudio Bisio entrano cantando Via.

Una breve introduzione prima che i 24 artisti si esibiscano e la 69esima edizione del Festival è pronta a decollare.

Claudio Bisio osa con una giacca che fa storia

La prima cosa che salta all’occhio sono gli abiti, come in tutte le kermesse che si rispettano. La statuaria Virginia ha aperto questo Festival con un’eleganza equilibrata e sobria, in un abito lungo e aderente, bianco e nero.

tre bisio raffaele baglioni

Virginia, Claudio e Claudio

Sull’altro versante, invece, abbiamo un Claudio Bisio che con una giacca eccentrica ha deciso di osare per questa prima serata. Strass e lustrini come se piovesse, coloratissimi e sgargianti. Insomma, un Bisio prima donna, che domina la scena e che non si risparmia una tagliente battutina. Quando il direttore artistico Claudio Baglioni prova a prendere la parola il comico lo zittisce: “Tu meno parli, meglio è“. Sarà forse un sagace riferimento alla polemica scatenata in conferenza da Baglioni?

Che il Festival abbia inizio tra big in gara e ospiti

I big in gara sono ben 24, quindi il Festival ha subito preso il largo, e a ritmo serratissimo.

Ad aprire le danze è Francesco Renga, che già si guadagna l’appellativo di bello di Sanremo. Tocca poi al duo partenopeo Livio Cori e Nino D’Angelo. Segue Nek che fa ballare l’Ariston. Ma la standing ovation è per lei Loredana Berté, la prima donna in gara che porta il rock n roll a Sanremo. Scatenata come sempre e gambe sempre da urlo.

 berté loredana

Loredana Bertè all’Ariston

Ecco che arriva sul palco il primo grande ospite d’onore Andrea Bocelli, che con Baglioni canta Il Mare Calmo della Sera.

La vera emozione però è tutta nell’esibizione del cantante con il figlio Matteo. Insieme al pubblico hanno regalato una meravigliosa versione di Fall on me. Il pubblico si è poi commosso quando il tenore ha ricordato la sua prima performance a Sanremo, avvenuta 25 anni fa. In quell’occasione indossava il chiodo che ora, metaforicamente, passa al figlio: “Se quella sera nessuno si fosse alzato in piedi, forse non sarebbe successo niente“. E ancora: “25 anni fa indossavo questo ‘chiodo’. E quindi simbolicamente lo cedo a Matteo, che ha molto strada da fare ma. Non è un passaggio di testimone ma un augurio“.

bocelli padre figlio

Matteo e Andrea Bocelli