Alessandro Quarta, il violinista che si è esibito con Il Volo

Tutti in piedi per Alessandro Quarta al Festival di Sanremo. Violinista italiano di fama mondiale, è salito sul palco insieme a Il Volo durante la serata dedicata ai duetti. “Aver accettato il loro invito è per me un grande onore, soprattutto in virtù della stima professionale che nutro nei confronti di Gianluca, Ignazio e Piero”, ha detto il musicista. Chi è dunque Alessandro Quarta il musicista che ha incatato l’Ariston?

Il Volo lo sceglie per il duetto

I giovani tenori sentono parlare per la prima volta di Quarta quando con la sua musica ha accompagnato la danza di Roberto Bolle nel programma Danza con me, in onda su Rai 1. Bolle si era esibito sulle note del brano Dorian Gray, composto e arrangiato dallo stesso Alessandro.

“Abbiamo visto Quarta con Bolle e ci siamo innamorati”, dicono i ragazzi durante un’intervistsa rilasciata a Radio Italia. La reazione è dunque immediata, come racconta il compositore: “Ho ricevuto la telefonata da Michele Torpedine e dai ragazzi de Il Volo entusiasti della mia performance su Rai 1″. La stessa reazione l’ha avuta anche il pubblico dell’Ariston dopo la performance che ha accompagnato Musica che resta. Dopo la canzone con cui Il Volo partecipa alla gara e con cui festeggia i dieci anni di carriera, gli ascoltatori non hanno esitato ad alzarsi in piedi davanti al talento puro.

Chi è Alessandro Quarta

Alessandro Quarta nasce nella terra de Lu sule, lu mare e lu ientu, il Salento:“Di talenti ce ne sono tanti e non mi riferisco a quelli che vengono dalla televisione. Come salentini abbiamo sicuramente una marcia in più. Meriteremmo una maggiore attenzione alla cultura e non di ridurre tutto ad un solo giorno all’anno”, confessa il violinista a SalentoDove.

 

Fin dalla nascita, nel 1976, Alessandro si avvicina alla musica, innamorandosene profondamente. Riceve il primo violino da bambino, ma come lui stesso ha raccontato, gli è stato tolto e ridato un anno dopo. Il musicista lo ha definito un errore, tra l’altro molto comune nel mondo dei bambini,  “credendo che siano troppo piccoli per suonare. (…) La musica è un gioco non un’imposizione  come spesso viene percepita dai bambini che poi la abbandonano” aggiunge.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Sanremo 2019. Con il Volo è questa la “Musica che Resta”…! ❤️ Ph. Angelo Trani #ilvolo #alessandroquartaofficial #sanremo2019 #violinist #violin #music

Un post condiviso da Alessandro Quarta (@alessandroquartaofficial) in data:

Studia poi al Conservatorio Tito Schipa e si diploma successivamente al Berklee College of music. Quarta sperimenta diversi generi, dal soul al pop, dal mondo classico a quello blues. Nel suo curriculum, nel corso degli anni, si aggiungono importanti riconoscimenti, tra cui quello del 1994, quando la Siae lo ha riconosciuto “miglior talento italiano”. Nel 2013 la Cnn lo ha definito “Musical genius“, e per finire nel 2018 è stato insignito a Montecitorio del titolo: “Miglior eccellenza italiana nel mondo” per la sezione musica.

Molti artisti internazionali l’hanno voluto

Per non contare, poi, le numerosissime collaborazioni con artisti italiani e internazionali, come compositore, polistrumentista e violinista. Lo hanno voluto Laura Pausini, Gianna Nannini, Lucio Dalla, Tiziano Ferro e Zucchero e gli autori Walt Disney. Lo hanno richiesto anche stelle internazionali come Lenny Kravitz, Carlos Santana, Celine Dion, Robin Williams, Joe Cocker e Liza Minnelli.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Dorian Gray #robertobolle #rai1official #danzaconme

Un post condiviso da Alessandro Quarta (@alessandroquartaofficial) in data:

Alessandro Quarta vanta anche diversi album di successo. Nel2010 pubblica il suo primo disco, One more time, seguito nel 2014 dall’autobiografico Charlot. A breve il suo prossimo lavoro: il 22 febbraio uscirà Alessandro Quarta plays Astor Piazzolla con sonorità jazz e registrato in 3D in Germania. A marzo il tour europeo.