fotografo_ansa_epa_evidenza

È grande la paura per quanto è accaduto a Gabriele Micalizzi, fotografo italiano che si trova attualmente in Siria. A quanto pare Micalizzi è stato colpito alla testa da alcuni colpi di kalashnikov mentre si trovava su un edificio di Deir Ezzor. Al momento sembra che la sua situazione sia grave, per via della serietà delle ferite. Al momento sarebbe stato ricoverato all’interno della base Omar Field, in un ospedale americano. Non sarebbe in pericolo di vita.

Era in una zona di conflitto

Stando alle fonti, Micalizzi si trovava con un collega e stava lavorando a un servizio per la Cnn: i due si trovavano in una zona di operazioni piuttosto rischiosa, per via del fatto che la coalizione cn le Forze democratiche siriane (capitanata dall’esercito Usa) starebbe muovendo un serrato attacco contro l’Isis, al fine di liberare il territorio dal giogo dello Stato Islamico.

[caption id="attachment_335491" align="aligncenter" width="854"]siria_interna In Siria, in una zona di bombardamenti[/caption]

Freelance e vincitore di talent

Gabriele Micalizzi, 34 anni, è un freelance italiano: ha una vasta esperienza come fotografo in zone di guerra: da tempo il suo lavoro si concentra in Medio Oriente. È uno dei fondatori del collettivo fotografico Cesura. nel 2016 ha vinto il talent show Master of Photography, e  si era portato a casa un premio di 150mila euro.

https://twitter.com/Tg3web/status/1094948668313001984