io-sono-mia

È stato boom di ascolti per Io Sono Mia, il film in due puntate targato Rai, che racconta la vita, l'animo e le passioni di Mia Martini, grande interprete italiana scomparsa nel 1997. Ad interpretarla Serena Rossi, che con la sua performance da brividi a Sanremo aveva già dato un assaggio della sua Mimì, al secolo Domenica Berté.

Tuttavia nella fiction non tutti i nomi che hanno gravitato nella vita della cantante corrispondono a quelli reali. Renato Zero, amico intimo di Mia, e Ivano Fossati, grande amore della cantante.

La scelta di non apparire

Renato Zero e Ivano Fossati hanno richiesto di non comparire nel progetto, prodotto da Luca Barbareschi, Io Sono Mia. Una scelta personale, di cui i due non hanno voluto fornire troppe spiegazioni o motivazioni. Eppure ambedue hanno giocato un ruolo importante nella vita di Mia. Specie Fossati, con cui la cantante ha avuto una lunga e appassionata storia d'amore.

[caption id="attachment_336154" align="aligncenter" width="800"]mia-martini Serena Rossi in Io Sono Mia[/caption]

Dall'amore, però, per raccontare la vita di un'artista non si può prescindere. E così sul piccolo schermo, il ruolo del grande amore è stato affidato al personaggio Andrea, fotografo. "Non ci sono voluti essere" spiega Serena Rossi, che ha regalato nuovo volto e nuova voce a Mia Martini. "Ce lo hanno imposto, non si può forzare una persona a fare una cosa che non vuole fare. Mi spiace molto, ma non ha tolto nulla a questa meraviglia che è stata fatta".

Una storia tormentata

La relazione tra Mia e Ivano Fossati è stata molto tormentata. L'arte e la musica hanno minato l'amore, spesso facendolo sfociare in burrasca.

[caption id="attachment_336153" align="aligncenter" width="800"]mia-martini-sanremo Mia Martini a Sanremo[/caption]

In una vecchia intervista del 1990, riportata dal Fatto Quotidiano, Mia Martini provò a spiegare tutti gli ostacoli che lei e Fossati furono costretti ad affrontare. "Quella storia era campo minato" spiegava Mimì usando un'eloquente metafora. "Avevo un contratto con un’altra casa discografica, e ho dovuto romperlo a causa sua. Perché era geloso, dei dirigenti, dei musicisti, di tutti. Ma soprattutto era geloso di me come cantante. La prova d’amore era abbandonare del tutto anche la sola idea di cantare e distruggere completamente Mia Martini. Io ero combattuta, non riuscivo a farlo".