Silvio Berlusconi lancia la sua visione politica a Domenica Live, dove avverte sui pericoli delle tensioni internazionali e della sua candidatura in Europa. Un piano per unire l’Occidente, che “dice no a un futuro dove la Cina vuole conquistare tutto il mondo“.

Berlusconi critica i 5Stelle: “Sono dei bambini dell’asilo”

Io credo che quello che è successo il 5 marzo con una maggioranza data al centrodestra, ma con troppi voti dati al Movimento 5 Stelle, sia il risultato di una delusione di un disgusto di molti italiani nei confronti della politica e dei governi della sinistra“, dichiara Silvio Berlusconi a Barbara D’Urso.

berlusconi a domenica live

Impietosa l’analisi sui 5 Stelle di Berlusconi: “L’ultimo governo eletto è stato il mio, e risale al 2008. Gli italiani disgustati hanno dato il voto a un nuovo partito da cui si aspettavano qualcosa di positivo, i risultati li vediamo. Adesso il pericolo è più grave perché questi sono comunisti e non sanno fare nulla, sono inesperti. In Parlamento quando uno di loro parla non si fa a meno di ridere. Sono dei bambini dell’asilo. Sono preoccupato come se venissi a sapere che le persone che amo di più fossero salite su un pullman alla cui guida non ha nemmeno la patente.

Siamo in questa situazione“.

Leggi anche: Berlusconi: “Gli italiani sono quasi tutti fuori di testa”

L’impegno in Europa per contrastare Cina e Russia

L’ex presidente del Consiglio dichiara di essere pronto a scendere in campo “per l’Italia, per andare in Europa e cambiare l’Europa. Oggi è un fallimento, è l’Europa delle regole, dei burocrati. Si è abbandonato il progetto di un’unica Europa, con una politica e una difesa comuni. So per certo che finalmente le nostre pressioni hanno convinto anche la Germania ad unificare le forze armate, invece di non contare più nulla. Sarebbe potenza militare e siederebbe ai tavoli dove si decide il destino del mondo“.

d'urso berlusconi

Il pericolo maggiore è rappresentato dal “progetto egemonico della Russia” che sarebbe “all’opposto della nostra democrazia e identità. Oggi c’è già una Guerra Fredda commerciale tra Usa e Cina, ma il mondo è diviso. L’Europa deve tornare ad essere il centro dell’Occidente, deve riavvicinare gli Stati Uniti che Trump ha allontanato. Ma perderà anche lui perché la Cina è più potente. C’è un solo modo di ostacolare la Cina ed è riunificare l’Occidente“. Infine, la battuta finale a Barbara D’Urso, che doveva frettolosamente mandare la pubblicità: “Ci sono dei momenti in cui la democrazia e la libertà valgono molto di più della pubblicità“.