KarlLagerfield social

il mondo dice addio a una delle figure più iconiche della moda contemporanea: Karl Lagerfeld è morto all’età di 85 anni a Parigi, all’ospedale Neuilly-sur-Sine. Non si hanno ancora notizie specifiche sulle cause del decesso. Negli ultimi tempi era noto nell’ambiente dell’haute couture che lo stilista di Chanel stava attraversando un periodo di stanchezza, tanto che si era fatto sostituire negli eventi pubblici da Virginie Viard, direttore creativo di Chanel.

Una figura indimenticabile

Karl Lagerfeld era conosciuto sia per la bellezza dei suoi lavori (aveva disegnato per Chloe, Fendi, Balmain e Jean Patou) che per il suo fascino impossibile da dimenticare.

Occhiali neri, mezzi guanti in pelle, la meravigliosa gatta Choupette spesso presente con lui nelle foto e addirittura musa di alcuni suoi progetti: questi alcuni dei dettagli che hanno fatto del genio tedesco una vera e propria icona. Una delle caratteristiche che lo ha sempre contraddistinto è la sua aura di mistero: persino il giorno della sua nascita era sconosciuta, anche se alcuni ritengono credibile che Lagerfeld sia nato il 10 settembre 1933.

karl lagerfield interna

Nato in una famiglia molto ricca (i Lagerfeld possedevano una banca d’affari svedese), Lagerfeld fu iniziato alla moda grazie a collaborazioni giovanili con Pierre Balmain e Yves Saint Laurent.

proprio di quest’ultimo, è noto che raccontò del loro primo incontro, vissuto da Legerfeld senza particolari emozioni: “Yves lavorava per Dior. Altri giovani che conoscevo e che lavoravano per Balenciaga pensavano che fosse Dio, invece io non ero così impressionato”. Il primo negozio lo aprì grazie all’aiuto economico della sua famiglia, a Parigi, dove si era trasferito giovanissimo con la madre. Negli anni ’80 si è dedicato alla nascita di Lagerfeld, la sua griffe personale, anche se negli anni si è concentrato moltissimo nella cura di altre fondamentali maison.

KarlLagerfeld era anche fotografo. Aveva anche una grande passione per l’architettura e amava  moltissimo l’archistar Tadao Ando, che aveva realizzato la sua casa a Biarritz.