fonte: AGI

La protesta del latte continua ormai da settimana, ieri il voto in Sardegna non ha calmato gli animi, ma anzi. Questa mattina una autocisterna è stata bloccata tra Nule e Osidda e successivamente è stata data alle fiamme da uomini a volto coperto. Il conducente del mezzo è stato fatto scendere prima di proseguire con l’assalto. Il vicepremier Matteo Salvini è immediatamente intervenuto a commentare la vicenda: “Questi sono solo dei criminali“.

Attacco ad una autocisterna

Già nel giorno del voto una autocisterna era stata attaccata da un gruppo armato. Oggi la situazione si ripete: degli uomini a volto coperto hanno prima bloccato il mezzo Nule e Osidda, in provincia di Sassari, per poi far scendere l’autista e legarlo ad un albero prima di dare tutto alle fiamme.

Il mezzo è stato parzialmente distrutto e al momento è caccia all’uomo. L’assalto è avvenuto alle prima luci dell’alba, questa mattina alle 6.30, proprio oggi che è in programma un incontro tra pastori e prefettura. Sul posto sono intervenuti immediatamente i vigili del fuoco e i carabinieri della Compagnia di Bono.

Protesta del latte: incendiata un'autocisterna

Leggi anche Sardegna, proteste il giorno del voto: uomini armati assaltano camion del latte

Le prime reazioni

Matteo Salvini ha immediatamente commentato via social il fatto: “Questi delinquenti non hanno niente a che fare coi pastori, con la loro fatica, la loro protesta e le loro ragioni.

Questi sono solo dei criminali. E come tali saranno trattati“. Non è il primo a sottolineare come la protesta violenta di alcuni stia portando “fuori strada” la protesta dei pastori sardi.

Protesta del latte: incendiata un'autocisterna

Il post di Matteo Salvini