Loredana Bertè ha vissuto una vita incredibile e ogni volta che viene intervistata esce fuori sempre qualche aneddoto nuovo del suo passato. Reduce dello straordinario successo del Festival di Sanremo. Non fa eccezione l’ultima comparsata all’emittente radiofonica R101, dove è stata ospite e ha raccontato, con il suo stile inconfondibile, alcuni episodi della sua vita.

Quell’incontro straordinario con Andy Wahrol

Il più gustoso è sicuramente quello collegato ad Andy Warhol che Loredana conobbe a New York all’inizio degli anni ’80, il quale la scambiò per una barista molto brava a fare i cappuccini.

Il luogo dell’incontro è il mitico concept store di Elio Fiorucci, il geniale stilista che aprì la sua boutique nella Grande Mela nel 1976, diventando presto meta obbligatoria di artisti, scrittori e personaggi, come Elizaberh Taylor, Madonna, Colette e appunto il grande Andy Warhol.

Loredana era la madrina di tutti i negozi Fiorucci aperti nel mondo e quindi per lei era normale stare lì. Come ci racconta la stessa Loredana: “All’interno c’era anche un grande spazio relax, con caffetteria. Tutti i pomeriggi arrivava Warhol a bersi il cappuccino e se non c’era nessuno dietro al bancone, glielo facevo io.

Finché un giorno gli dissero che non ero la barista, bensì una cantante famosa in Italia“.

Elio Fiorucci e Andy Warhol

Leggi altri articoli su Loredana Bertè

Una cuoca davvero speciale

A quel punto il famoso artista volle conoscerla e iniziò ad invitarla nella sua casa ogni volta che aveva ospiti italiani. “Ero io a far da mangiare: ma mentre sui primi me la cavavo bene, per i secondi telefonavo in Italia e mi facevo spiegare le ricette al telefono“. Incredibile credere che Loredana avesse anche ottenuto un soprannome da Warhol: Pasta Queen.

Per Loredana fu una conoscenza fondamentale anche dal punto di vista discografico con la produzione di un album rimasto molto importante nella discografia della cantante: Made in Italy.

Una carriera che prosegue da oltre quarant’anni e che l’ha vista in grande forma all’ultimo Festival di Sanremo.

Un’intenso primo piano di Loredana Bertè