loredana berte

Sono state 2 settimane molto intense per Loredana Bertè, una delle regine indiscusse dell’ultima edizione del Festival di Sanremo. Acclamatissima dal pubblico sia all’Ariston che da casa, la regina del rock italiano è stata ospite da Fabio Fazio, che le ha consegnato anche il doppio disco di platino per il successo estivo Non ti dico no. Dopo la performance del suo ultimo singolo, Cosa ti aspetti da me, la Bertè ha concesso una breve intervista, in cui ha parlato del Festival, a cui dice ufficialmente addio, ma soprattutto la cantante ha voluto parlare dell’indimenticata sorella, Mia Martini.

L’ultimo Sanremo di Loredana Bertè

Il brano presentato alla 69esima edizione del Festival della canzone italiana è stato accolto, fin dall’esordio, con grande carica dal pubblico, convinto di trovarsi di fronte ad una delle occupanti del podio finale.

Ed invece, con grande sorpresa e delusione, Loredana Bertè si è piazzata quarta, appena sotto il gradino più basso, e il risultato ha trovato seguito, poi, nella mancata partecipazione a Domenica In, non solo della cantante calabrese ma di tanti altri artisti assieme a lei. Oggi però, la rocker si gode il successo riscosso sul palco dell’Ariston: “È il sogno di ogni artista avere 3 standing ovation e cori da stadio“.

loredana bertè

Loredana Bertè e Fabio Fazio durante la recentissima intervista a Che Tempo che Fa

Non solo per la canzone, ma anche per il fisico: ai tantissimi telespettatori del Festival non sono sfuggite le splendide gambe della Bertè, in forma come quelle di una ragazzina: “Faccio 2 ore di cyclette tutte le mattine e sto a dieta, son 3 anni che mi preparo per ‘sto Sanremo!“. Gambe che in passato le hanno causato non pochi problemi:  “Al liceo artistico mi sospesero per le gambe, ero sempre in minigonna“. Ma non è tutto: l’emozionatissima Loredana approfitta anche per l’annuncio, perentorio e spiazzante, che questa per lei è stata l’ultima partecipazione a Sanremo:Si è chiuso un cerchio.

A meno che non lo presentino a Topolinia e lo conduca Topolino con la Banda Bassotti“.

 

Quando ho abbracciato Serena Rossi mi sono commossa

Inevitabile che si finisse a parlare del film sulla sorella, Mia Martini, andato in onda la settimana scorsa, e che ha riscosso un grande successo e tanti apprezzamenti dalla critica. Io sono Mia ha visto un grandissimo lavoro di Serena Rossi nei panni dell’indimenticata Mimì, che anche la Bertè ha riconosciuto: “Ha fatto un lavoro strepitoso, l’ha studiata per un anno. Quando l’ho abbracciata ho sentito Mimì, mi sono messa a piangere“. Il film, per la cronaca, ha suscitato anche reazioni negative da parte di Patty Pravointervenuta con un post su Facebook molto duro. Ma tornando a Loredana Bertè, la cantante ha rivelato di aver preso parte alla sceneggiatura del film “per tutelare Mimì, è stato un vero omaggio”, ha dichiarato.

Loredana Bertè, il ricordo di Mimì e l'addio a Sanremo: "È stato l'ultimo"

Loredana Bertè sul palco della 69esima edizione del Festival di Sanremo 

Ma cosa c’era nella borsetta a Sanremo?

Un ultimo commento, infine, rivolto all’altro tormentone che l’ha vista coinvolta in questa edizione sanremese: cosa c’era nella borsetta che, ogni sera, ha tenuto in mano durante le sue esibizioni? Mistero svelato: all’interno non vi era altro che il bodypack, collegato ai monitor auricolari, per ascoltare la base musicale. Un modo chic ed elegante per evitare di tenerlo attaccato al vestito. Sempre un passo avanti Loredana Bertè!