Wanna Marchi

Wanna Marchi e Stefania Nobile, tornano a far parlare di se, dopo le innumerevoli vicende giudiziarie che le hanno travolte in questi anni, presentandosi nel programma serale di Barbara D’Urso in un “uno contro tutti“. Scopriamo insieme la vita di una delle imbonitrici più famose della televisione italiana.

Le origini

Wanna Marchi, l’urlatrice delle televendite più famosa della tv, nasce il 2 settembre 1942 a Castel Guelfo di Bologna.Nata in una famiglia dalle condizioni modeste, rimane orfana di padre a soli 15 anni ed ha dovuto rimboccarsi le maniche e mettersi a lavorare, imparando a fare l’estetista.

Si sposa a soli 18 anni con Raimondo Nobile, un imprenditore di successo che le regala una vita agiata e la possibilità di incontrare personaggi che poi la agevoleranno nel modo dello spettacolo e della televisione. Dall’unione nascono due figliStefania e Maurizio Nobile.

Le vicende personali intrecciate a quelle giudiziarie

L’ex marito, che in questi anni la Marchi non nomina quasi mai, era legato a delle società che coinvolgevano la stessa Marchi e la figlia Stefania Nobile, travolta come la madre nelle vicende giudiziarie note a tutti.

Gli anni del primo grande fallimento economico furono l’85 e l’86, in cui le loro società havevano debiti per un ammontare di 250 milioni delle vecchie lire.

Wanna Marchi
Wanna Marchi e Stefania Nobile al MCs

La carriera che inizia in televisione

Agli inizi degli anni 80 Wanna Marchi iniziava la sua carriera in tv, come urlatrice e imbonitrice. Uno dei suoi prodotti di punta ricordiamo essere il famigerato “sciogli pancia“, una crema a sua detta “portentosa” che ha incantato migliaia di utenti televisivi, promettendo un calo ponderale di peso. La crema miracolosa secondo lo slogan televisivo permetteva di sciogliere il grasso in appena 20 giorni.

Alla fine degli anni Ottanta, la Marchi e il marito si separano e arriva il mago Do Nascimiento nella vita della tele venditrice e di sua figlia Stefania.

Wanna Marchi
Wanna Marchi con il mago Do Nascimiento durante una televendita

Insieme inizia un’altra era di tele vendite, questa però faceva leva ancor di più sulla persuasione psicologica, la vendita di una certa boccetta di “sale miracoloso” che avrebbe risolto ogni tipo di problema.

L’iter giudiziario che travolge Wanna Marchi e sua figlia

Nel 2006, le due signore vennero denunciate per truffa e iniziarono le indagini da parte delle forze dell’ordine.

Vengono, sia madre che figlia, condannate a 2 anni e 6 mesi di reclusione, oltre ad un risarcimento che dovranno versare. Di seguito, in base ad altri fatti emersi, viene poi allungata la condanna per lei e per la figlia a 10 anni.

Wanna Marchi
Wanna Marchi e Stefania Nobile ospiti di Barbara D’Urso

Nel 2008 viene ridotta la pena ma arriva una nuova accusa: il sospetto è di bancarotta fraudolenta. Nel 2015, dopo anni di processi, Wanna Marchi ha finito di scontare la sua pena e anche la figlia Stefania, che per motivi di salute scontava i suoi anni al di fuori del carcere.

Oggi Wanna Marchi è legata a Francesco Campana e si sono anche sposati due anni fa ed esattamente il 21 aprile 2017. In un’intervista al settimanale Chi, la stessa Marchi ha dichiarato:”Ho fatto anni di galera e mi ha salvato l’amore“.