bimbo ustionato evidenza

Un incidente domestico si è trasformato in un incubo per una giovane madre residente nel villaggio di Salhany, in Ucraina. Un bambino di 11 mesi è caduto in un catino di acqua bollente ustionandosi l’80% del corpo: ora si trova in ospedale dove lotta per la sopravvivenza.

Si tratterebbe di un incidente: la dinamica dimostrerebbe che si sia trattato di un momento di distrazione della madre del bambino.

Un attimo di distrazione fatale

Qualche giorno fa, Tatiana Chernenko aveva semplicemente intenzione di fare un bagnato al piccolo Daniil. Per questo motivo aveva portato un secchio di acqua bollente nella sua stanza, mentre il piccolo era seduto sul tavolo vicino al secchio.

Dopodiché, la donna si sarebbe allontanata pochi secondi con l’intenzione di prendere dell’acqua fredda da mischiare a quella bollente, ma in questo ristrettissimo lasso di tempo il piccolo sarebbe caduto nel catino d’acqua calda. La scena è avvenuta sotto gli occhi della madre, che si è precipitata per tirare fuori il bambino dall’acqua. “Ho visto che era caduto nell’acqua bollente” ha detto la donna alla stampa locale “mi sono precipitata nel secchio e l’ho tirato fuori”. Da subito, il piccolo è apparso in gravi condizioni: “L’ho abbracciato, poi l’ho avvolto in un panno di cotone.

Quando l’ho levato, ho visto che la sua pelle veniva via”. Il bambino pare abbia pianto così tanto che la sua voce è diventata rauca.

Le condizioni sono gravi

Il bimbo al momento è ricoverato all’Ospedale di Odessa. Vadim Shukhtin, coordinatore del team che si sta occupando della bambina, ha dichiarato ad altre testate: “Le sue condizioni sono molto serie: il piccolo riceve tutti i trattamenti e le medicazioni necessarie”.

bimbo ustionato
Un’immagine scattata da una volontaria (fonte: Facebook)