ambulanza in strada di fronte ad una donna di spalle con i capelli rossi

Una vera tragedia quella avvenuta in via Custoza di Civitanova Marche. Una nonna, desiderosa di recuperare il giocattolino del nipote rimasto incastrato nella grondaia, è morta dopo essersi sporta troppo dal balcone. Inutile la corsa dell’ambulanza allertata dalla figlia della donna pochi attimi dopo la caduta.

Dramma a Civitanova Marche: nonna cade dal balcone

Un dramma infinito quello vissuto dalla famiglia di Giulia Cartuccia, una nonna di 75 anni residente a Civitanova Marche. La tragedia si è verificata in mattinata, precisamente intorno alle 11:30. Come tanti altri giorni, la 75enne si trovava in casa in compagnia del piccolo nipotino che quotidianamente accudiva tra le mura di casa propria.

Stava forse giocando il piccolo con una macchina quando quest’ultima, sbalzatagli via dalle mani, si è incastrata fuori dall’abitazione. Caduta dalla finestra, la macchinina si è incastrata nella grondaia della casa.

bambino mentre gioca con due macchinine
*immagine di repertorio

Il tentativo di recuperare il giocattolo del nipotino

Una cosa da poco, forse, per la nonna che non appena ha capito cosa fosse accaduto con semplicità ha pensato di recuperare subito il giocattolo. La grondaia in questione si trovava alla fine di una tettoia sporgente – come riporta Il Resto del Carlino – dal perimetro all’infuori dal balcone del primo piano della villetta in cui risiedeva la Cartuccia.

Non ci ha pensato due volte la 75enne che si è sporta per recuperare il giochino senza prevedere che il suo gesto potesse avere pericolosissime conseguenze. Proprio mentre afferrava la macchinina, forse per mancato equilibrio o per scivolamento – una causa che permane tuttora da certificare – la 75 è rovinosamente caduta a terra.

ambulanza in velocità

Inutile ogni soccorso

La prima persona ad accorgersi di quanto fosse accaduto è stata la figlia della donna, anche lei in casa.

Poco dopo la caduta è stata proprio lei infatti ad allertare i soccorsi che però, una volta giunti, non hanno potuto fare altro che constatare l’ora del decesso.