Palermo, violenza su una ragazza disabile in un parcheggio sotterraneo


La notizia è di qualche ora fa, anche se i fatti sarebbero accaduti lo scorso dicembre a Palermo. Per non influire con le indagini della polizia, la vicenda è stata resa nota solo adesso. Quattro ragazzi, all’epoca tutti minorenni, avrebbero violentato in un parcheggio sotterraneo una loro coetanea. La ragazza disabile, sia a livello fisico che psichico, sarebbe stata trascinata dai quattro senza riuscire a difendersi. La polizia ha fermato i presunti aguzzini.

Le indagini

La violenza sarebbe avvenuta lo scorso dicembre in un parcheggio sotterraneo del capoluogo siciliano. Quattro ragazzi, che adesso hanno tra i 16 e i 18 anni ma all’epoca erano tutti minorenni, avrebbero abusato di una ragazza disabile. Grazie ai filmati delle telecamere del parcheggio e della zona circostante le forze dell’ordine sono riuscite a risalire ai presunti colpevoli. La testimonianza della vittima, dalla quale sarebbe emerso che lei conoscesse uno dei ragazzi, e l’acquisizione dei suoi tabulati telefonici hanno contribuito ulteriormente ad individuarli. Al termine di delicate e accurate indagini, i giovani sono stati fermati. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, i quattro avrebbero trascinato la ragazza, 17enne, e abusato di lei. Avrebbero approfittato della sua condizione di disabilità fisica e psichica. 

Parcheggio sotterraneo. Immagine di repertorio
Parcheggio sotterraneo. Immagine di repertorio

Le accuse

Claudia Caramanna, pm della Procura presso il tribunale per i minori di Palermo, ha coordinato le indagini. Mentre, Federico Cimò è il gip del tribunale che ha disposto le ordinanze di custodia eseguite dalla polizia. Due dei giovani, di 17 e 18 anni, sono stati arrestati e portati in carcere. Per gli altri due, di 16 e 17 anni, è stata disposta la misura di collocamento in comunità. Dovranno rispondere di violenza sessuale di gruppo. Erano già conosciuti alle forze dell’ordine per i loro precedenti: reati contro il patrimonio, lesioni personali e segnalazione per assunzione di sostanze stupefacenti. 

Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Ragazza disabile indifesa 

Non è la prima volta, purtroppo, che accade una vicenda del genere. Sembra quasi un copione: la vittima è una ragazza molto fragile che non riesce a difendersi e qualcuno ne approfitta. In Sicilia, il fenomeno della violenza per mano di ragazzi giovani, spesso minorenni, sta prendendo una piega molto grave. Per questo motivo, dalla Questura di Palermo hanno fatto sapere che: "Per contrastare i numerosi fatti accaduti in città a opera di gruppi di minori la polizia, unitamente alla Procura della Repubblica, presso il tribunale per i minorenni ha avviato un’attività di analisi e mappatura del fenomeno". 

Foto in alto: Polizia di Palermo. Credits: Questura di Palermo Facebook