primo piano di sandra cabras


Dopo la triste notizia del ritrovamento del cadavere di Natasha Chokobok, la mamma 29enne scomparsa il 9 aprile scorso, giunge l'appello per ritrovare Sandra Cabras, un'altra mamma scomparsa nel nulla in provincia di Nuoro.

Sandra Cabras, scomparsa a Nuoro

La donna, Sandra Cabras di 41 anni, è scomparsa nel nulla giovedì 18 aprile a Nuoro, poco dopo essere uscita dalla sua dimora in Via Vittorio Emanuele a Baunei. Potrebbe essersi allontanata volontariamente, secondo quanto emerge dalle prime indagini, la donna al momento svanita nel nulla a bordo della sua Modus grigia targata CV570TM, come viene specificato nell'appello diffuso dai familiari e dai parenti su Facebook.

L'appello social: "Da qualche tempo non gode di piena salute"

"Ciao, vi scrivo per chiedervi un grosso aiuto. DIFFONDETE!!! Ieri è scomparsa Sandra Cabras una ragazza di Baunei, che si è allontanata dal suo domicilio con una Modus Grigia argento tg CV570TM", si legge nell'appello diffuso sui social insieme ad una sua fotografia. "Purtroppo da qualche tempo non gode di piena salute. Le ricerche sono andate vane per tutta la notte... Le forze dell'Ordine sono state allertate... Chiamate il 113 o il 112 se avete info. GRAZIE".



Il triste ritrovamento di Natasha Chokobok

L'appello diffuso sui social è già stato condiviso più di 700 volte e si spera che si possano avere notizie della donna quanto prima. Secondo quanto diffuso da alcune fonti locali sarde, la donna al momento della scomparsa indossava una canadese azzurra e uno zainetto nero. Purtroppo la scomparsa della donna arriva in concomitanza con la notizia di un triste ritrovamento di un'altra donna, anche lei madre, scomparsa lo scorso 9 aprile. Sandra Cabras infatti ha lasciato a casa il marito e il figlio 25enne, così come Natasha ha lasciato a casa una figlia piccola. Le ricerche per la Chokobok si sono però tristemente concluse oggi, con il triste ritrovamento del cadavere della donna lungo l'argine del fiume Adige, mentre le ricerche per Sandra Cabras continuano.

*immagine in alto: Facebook