Leonardo da vinci

Di un grande genio, quale è stato Leonardo da Vinci, rimane sempre qualcosa da scoprire. In questa ricerca sarà d’aiuto l’eccezionale ritrovamento di questi giorni: una sua ciocca di capelli. Grazie ad essa gli scienziati potranno infatti ricostruire il Dna del brillante intellettuale rinascimentale. La novità sarà spiegata nel dettaglio durante la conferenza stampa che si terrà il 2 maggio a Vinci, comune di Firenze, in occasione del quinto centenario dalla morte di Leonardo.

Il Dna del “genio assoluto” in una ciocca di capelli

La figura eclettica del “genio assoluto” continua ad affascinare molti studiosi e appassionati, anche per l’aura di mistero che la avvolge.

Ora, però, c’è un ritrovamento che segna una svolta nella ricerca su Leonardo da Vinci. Alessandro Vezzosi, direttore del Museo Ideale sull’intellettuale, e la storica Agnese Sabato hanno infatti annunciato: Abbiamo recuperato oltreoceano una ciocca di capelli che è stata denominata storicamente “Les Cheveux de Leonardo da Vinci”, insieme a un altro cimelio; questa straordinaria reliquia permetterà di procedere nella ricerca del suo Dna”. Storia e scienza si fondono dunque in un connubio perfetto per trovare la verità nello spessore della concretezza.

Saranno infatti le analisi genetiche sul reperto a fare verifiche e ulteriori passi in avanti per ricostruire il bagaglio ereditario del grande intellettuale italiano.

Le scoperte su Leonardo da Vinci esposte in mostra

Il ritrovamento sarà visibile anche al pubblico nella mostra “Leonardo vive” nel comune fiorentino di Vinci, a partire dal 2 maggio. Durante questo evento culturale saranno mostrate opere di musei nazionali oltre che carte provenienti da Archivi di Stato, mai esibite prima. Vezzosi ha poi spiegato che la ciocca sarà esposta in anteprima mondiale, insieme a documenti che ne dimostrano l’antica provenienza francese.

Fino a questo momento i capelli del genio italiano erano rimasti segretamente nascosti in una collezione americana. Maggiori dettagli dell’emozionante sorpresa e le novità sul dipinto “Gioconda Nuda” presente al Museo Ideale saranno discussi in una conferenza stampa a Vinci.