Barbieri e parrucchieri ricevuti in udienza da Papa Francesco

Si è tenuta lunedì 29 aprile in Vaticano l’udienza in cui Papa Francesco ha ricevuto barbieri e parrucchieri. Il Papa ha accolto i professionisti dei Comitati di San Martino de Porres, in occasione del pellegrinaggio a Roma. Ha parlato di lavoro, esortandoli a svolgere la loro professione evitando i chiacchiericci. E ha anche ricordato il loro patrono.

Un’udienza speciale

L’udienza si è svolta di lunedì per un motivo preciso: tradizionalmente è il giorno di riposo per i professionisti e le professioniste dei saloni di bellezza. Papa Francesco l’ha sottolineato: “Vi accolgo oggi nel vostro consueto giorno di riposo“.

E poi ha rivolto loro un invito a svolgere il proprio lavoro sempre con il sorriso, evitando i pettegolezzi: “Esercitate la vostra professione con stile cristiano, trattando i clienti con gentilezza e cortesia, e offrendo loro sempre una parola buona e di incoraggiamento, evitando di cedere alla tentazione del chiacchiericcio che facilmente si insinua anche nel vostro contesto lavorativo“. Per concludere il suo discorso, il Papa li ha esortati ad agire sempre con onestà e serietà: “Ciascuno di voi, nello svolgimento del proprio tipico lavoro professionale, possa sempre agire con rettitudine, rendendo così un positivo contributo al bene comune della società“.

I professionisti in udienza dal Papa. Fonte: Vatican News
I professionisti in udienza dal Papa. Fonte: Vatican News

San Martino de Porres patrono di barbieri e parrucchieri

Molto affascinante la figura di San Martino de Porres, nato a Lima, in Perù, nel 1579. Il padre del patrono di barbieri e parrucchieri era un aristocratico spagnolo, mentre la madre una schiava liberata di colore, originaria dell’Africa. Proprio per tale maternità, che conferiva un colore di pelle più scuro al piccolo, il padre, inizialmente, non volle riconoscerlo come figlio legittimo.

Molto amato e conosciuto in Perù, dopo essere diventato allievo di un chirurgo-barbiere, Martino divenne un esempio per tutti. L’umiltà e l’amore con cui si prendeva cura dei più deboli fu molto apprezzata, sopratutto da Papa Giovanni XXIII che, nel 1962, lo canonizzò. È considerato il primo santo di colore della Chiesa Cattolica. 

San Martino de Porres. Immagine: Adonde.com
San Martino de Porres. Immagine: Adonde.com

Bergoglio l’ha voluto ricordare con queste parole: “San Martino de Porres si dedicò con abnegazione ai poveri e ai malati, riservando loro cure sanitarie, grazie alle nozioni apprese dapprima in una farmacia e poi come allievo di un barbiere-chirurgo, secondo l’usanza di quel tempo.

La figura umile e grande di San Martino de Porres, che il Papa San Paolo VI, nel 1966, proclamò patrono della vostra categoria, vi aiuta a testimoniare costantemente i valori cristiani“.