macchina della guardia di finanza

Quanto accaduto in queste ore a Vigevano ricalca tristemente quello accaduto appena qualche giorno fa a Ragusa, in Sicilia. Tutto ha avuto luogo questa notte ma la notizia è filtrata solamente questa mattina: un uomo, un finanziere di 55 anni, ha ucciso la moglie con un colpo di pistola e si è poi tolto la vita.

Finanziere uccide la moglie e si spara

Come dicevamo, quanto accaduto a Vigevano ricalca la tragedia avvenuta a Ragusa il 29 aprile scorso dove un 42enne, poliziotto, ha prima ucciso la moglie con un colpo di pistola mentre questa dormiva e poi, con la medesima arma, si è tolto la vita.

Quest’oggi parliamo invece di un finanziare di 55 anni che sempre con la sua pistola di servizio ha sparato la moglie e si è poi suicidato.

La tragedia consumata sotto gli occhi della figlia

Sono veramente pochi i dettagli che riescono a filtrare ma da quanto si riesce a capire, a monte di questo ennesimo caso di omicidio-suicidio ci sarebbe stata la gelosia e la mancata accettazione di una relazione finita. La moglie, secondo quanto emerge, avrebbe voluto chiedere la separazione dal finanziere che però non ha voluto saperne.

Questa notte mentre la coppia si trovava a casa con la figlia di appena 11 anni, si è consumato il dramma: l’uomo ha impugnato la pistola d’ordinanza sparando contro la moglie, uccidendola, per poi togliersi la vita.