Appendino

Al sindaco Chiara Appendino è stata indirizzata ieri una busta contenente un proiettile. Un nuova minaccia arrivata direttamente negli uffici del Comune.

Una busta con un proiettile

Ieri una busta è arrivata negli Uffici del Comune di Torino indirizzata a Chiara Appendino: all’interno un proiettile. La notizia è stata confermata all’Ansa dagli inquirenti che seguono il caso.

La stessa Appendino ha raccontato sui social quanto accaduto: “Ieri è stata recapitata in Comune una busta indirizzata a me contente un proiettile. Non si sa chi sia il mittente né quali siano le motivazioni“. E ancora: “So però molto bene che questi tentativi di intimidazione non sortiscono alcun effetto e, anzi, spronano a continuare a svolgere il mio ruolo di Sindaca con la massima determinazione“, in allegato poi ha anche postato la foto della busta.



Il precedente: busta con esplosivo

Solo un mese fa una busta “idonea ad esplodere” era arrivata negli uffici del Comune. In quel caso sulla busta era riportato un mittente: “Scuola A. Diaz. Via C. Battisti 6, 16145 Genova“. La scritta era stata redatta in stampatello su un foglio bianca. Secondo la Questura di Torino la busta sarebbe stata inviata da “soggetti appartenenti all’area anarco-insurrezionalista verosimilmente appartenenti alla cellula riconducibile all’Asilo“, il centro sociale sgomberato il 7 febbraio dalla polizia. Quella volta gli artificieri hanno constato “la presenza all’interno di un congegno idoneo ad esplodere composto da una batteria collegata tramite filo di rame ad un sacchetto contenente polvere pirica“. Per supervisionare la situazione “Il Questore di Torino Francesco Messina si è recato sul posto e ha immediatamente adottato tutte le misure idonee a prevenire rischi per l’incolumità delle persone, nell’eventualità che siano stati inviati più plichi esplosivi“. Anche il quel caso il sindaco aveva replicato duramente: “Se qualcuno pensa di intimidirmi, si sbaglia di grosso. Avanti, più determinata di prima“. E ancora: “Grazie a tutte e tutti per i messaggi di vicinanza e solidarietà“, ha aggiunto.