primi piani di pamela prati e silvia toffanin

L’intervista tra Silvia Toffanin e Pamela Prati sembra destinata a diventare un momento di televisione indimenticabile. La conduttrice di Verissimo che incalza la Prati, la showgirl che sparisce dietro le quinte forse decisa a darsi alla fuga e alla fine la rabbia della Toffanin. A scrivere un elogio della conduttrice ci ha pensato Signorini che sulle pagine di Chi ha commentato quel triste momento di televisione.

Pamela Prati a fondo

L’intervista di sabato ha messo in chiaro due cose: la Prati ha difficoltà a rispondere alle domande; la Toffanin non fa nessuna difficoltà a farle. “Intervistando Pamela Prati non le ha concesso sconti, l’ha incalzata con un fuoco di domande, mettendola piano piano all’angolo del ring.

In quel momento Silvia è stata la voce di milioni di telespettatori che avrebbero rivolto a Pamela le stesse domande sul suo matrimonio fantasma, pretendendo di sapere la verità“, ha scritto Signorini elogiando la conduttrice. Per la showgirl invece non c’è salvagente: “La Prati ha arrancato, visibilmente in difficoltà, e alla fine non le è rimasto che abbandonare lo studio. La memoria è andata immediatamente a quel “Chiamatemi un taxi”, momento di isteria televisiva di imperitura memoria“, racconta riferendosi alla fuga dal Grande Fratello di qualche anno fa.

Il trionfo di Silvia Toffanin

Per la conduttrice è stata una prova ben superata e per Signorini un momento di televisione in cui la Toffanin ha mostrato tutta la sua bravura: “È diventata la padrona del mezzo televisivo, ha imparato il valore dell’ascolto, ha acquistato in umanità, spessore ed empatia con il pubblico“. Per Signorini è un salto di qualità non da poco quello della conduttrice che ora può dirsi maturata e diventata una conduttrice perfetta per tutti i telespettatori che sapranno apprezzarla sempre di più.