barcone di migranti nel mediterraneo

Secondo quanto si apprende dalle Nazioni Unite è arrivata una lettera in cui viene richiesto al governo italiano di respingere il Decreto Sicurezza Bis, proposto la scorsa settimana dal ministro dell’Interno Matteo Salvini. L’arrivo della missiva è stato confermato dal ministro degli Affari Esteri Enzo Moavero Milanesi.

L’Italia sta violando le convenzioni internazionali” si legge nella lettera, riferendosi alla Convenzione di Ginevra, secondo la quale “a un rifugiato non può essere impedito l’ingresso sul territorio né può esso essere deportato, espulso o trasferito verso territori in cui la sua vita o la sua libertà sarebbero minacciate“.

Migranti: l’Onu scrive all’Italia

La lettera arriva dall’Alto Commissariato per i Diritti Umani scritta a seguito l’annuncio delle manovre studiate nel Decreto Sicurezza Bis. Secondo quanto riferito, dalle Nazioni Unite si richiedono chiarimenti sul testo e viene fatto notare di come la nuova norma rischi di violare i diritti umani, in quanto a sicurezza delle frontiere e immigrazione illegale.

Secondo quanto scritto nella lettera, secondo l’Onu il decreto: “È potenzialmente in grado di compromettere i diritti umani dei migranti, inclusi richiedenti asilo e le vittime o potenziali vittime di detenzione arbitraria, tortura, traffico di esseri umani e altre gravi violazioni dei diritti umani”, riporta Ansa.

L’attacco alle nuove norme contro i migranti

La vicenda è stata confermata dal ministro per gli Affari Esteri Moavero, che ha dichiarato di aver ricevuto comunicazione dalla Rappresentanza Permanente presso le Nazioni Unite a Ginevra. Moavero fa sapere che nella lettera sono richiesti chiarimenti e la stessa è stata inoltrata al Ministero dell’Interno. Come divulgato da una nota della Farnesina, la lettera “è stata trasmessa anche al Ministero dell’Interno e, naturalmente, riceverà da parte del Governo la dovuta attenzione, in coerenza con il tradizionale rispetto degli impegni internazionali e dell’assoluta tutela dei diritti umani“.

Come riporta l’Avvenire, a preoccupare maggiormente Beatriz Balbin, capo delle procedure speciali dell’Alto commissariato per i Diritti Umani, sono le norme che prevedono multe salate verso chi salva i migranti. Dal Ministero dell’Interno non è ancora arrivata risposta.

Matteo Salvini risponde alla lettera dell’Onu

AGGIORNAMENTO- Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha detto la sua sulla vicenda della lettera ricevuta dall’Onu. Salvini attacca duramente l’organizzazione durante la fiera di Verona.

Un organismo internazionale che costa miliardi di euro ai contribuenti, che ha come membro la Corea del Nord e la Turchia, regimi totalitari, e viene a fare la morale dei diritti umani all’Itala (…) è da scherzi a parte”. Il ministro si è detto pronto a presentare il testo in Consiglio dei Ministri domani, “Non vedo l’ora che il decreto sicurezza diventi realtà”.