morte casa

Sembra essere una tragedia che si inscrive in un contesto di disagio sociale la morte di una madre e due figlie residenti a Florisdorf, vicino a Vienna (Austria).

La donna, 45 anni, abitava in un appartamento con le due figlie di 18 anni, affette da una disabilità cognitiva. A quanto pare l’autopsia effettuata sui 3 corpi proverebbe che le 3 sono morte di fame.

Vicini allertati dal cattivo odore

I corpi sono stati trovati in casa: non c’erano segni di lotta né di colluttazione. Sono stati effettuati esami tossicologici che hanno mostrato che nessuna delle 3 era stata avvelenata.

I corpi erano morti da tempo quando sono stati trovati (almeno da 2 mesi) ed erano stati i vicini di casa a chiamare le autorità, per via del cattivo odore che proveniva dall’appartamento. Anche un amico di famiglia aveva chiamato la polizia, denunciando il fatto che non sentiva la donna da molto.

Avvicinati dai servizi sociali

Vesna M, 45 anni, viveva a Florisdorf con le due figlie gemelle. Il nucleo famigliare, a quanto pare, era già stato notato dai vicini e giudicato come anomalo.

In precedenza, i servizi sociali avevano preso contatti con la famiglia offrendo assistenza, ma la donna aveva rifiutato. Le 3 abitavano in una casa popolare e spesso, a quanto pare, litigavano furiosamente.