noemi santobono

Buone notizie per la piccola Noemi. La bambina ferita durante una sparatoria a Napoli, è uscita dal reparto di rianimazione dopo 25 giorni. Era il 3 maggio quando, in piazza Nazionale, è stata colpita, e ora si trova in un reparto vicino dove anche in genitori possono rimanere.

Buone notizie per Noemi

La vicinanza dei genitori sarà fondamentale per la ripresa della salute della bambina e ora possono stare insieme nella stessa stanza. Erano ormai giorni, stando a quanto riporta il Mattino, che Noemi stava sempre meglio. Ormai la piccola respira da sola, senza l’ausilio dell’ossigeno, e si alimenta autonomamente.

Ora Noemi deve solo pensare a guarire, il prossimo passo per lei sarà quello della Riabilitazione dove i medici la aiuteranno a riprendere a muoversi autonomamente.

Le prime parole di Noemi

Solo una decina di giorni fa, Noemi, ancora debole ma già sveglia, ha dedicato qualche parola alla nonna: “Nonna mia, ti amo“. La nonna era con lei durante quei momenti terribili della sparatoria: “All’inizio pensavo fossero botti, fuochi d’artificio che si esplodono comunemente, poi ho visto quell’uomo che sparava all’impazzata puntando la pistola anche contro di noi“.

Nonna Immacolata ha provato a proteggere la nipotina con tutte le sue forze: “Tenevo Noemi per una mano e mi sono piegata verso di lei per proteggerla. Il proiettile mi ha perforato e ha colpito Noemi. Ma all’inizio non mi ero accorta di nulla“.