pamela prati, eliana michelazzo e donna pamela

Il Prati-gate sembra ben lontano dal vedere il punto conclusivo. Una vicenda che sta tenendo incollati milioni di persone tra trasmissioni, interviste, botte e risposte social…

Delle scorse ore le parole dell’avvocato Carlo Taormina, che per anni ha assistito come cliente la showgirl Pamela Prati, che ha svelato un altro tassello, ovvero la richiesta da parte della stessa Prati di confermare l’esistenza di Mark Caltagirone nei vari salotti televisivi. Poco dopo è arrivata la replica di Pamela Prati che nelle sue Instagram Stories ha negato fermamente quanto dichiarato dall’avvocato.

Pamela Prati risponde alle dichiarazioni di Carlo Taormina

Veloce e sempre concisa, Pamela Prati ha risposto alle dichiarazioni dell’avvocato Carlo Taormina.

In una Instagram Story postata nella serata di venerdì, la Prati ha scritto, senza troppi giri di parole: “Riguardo alle dichiarazioni rilasciate dall’avvocato Taormina, voglio specificare che io non gli ho mai chiesto di garantire per me l’esistenza di Marco Caltagirone”, scrive la Prati spiegando che dietro la richiesta di partecipare ai programmi televisivi c’era il desiderio di essere tutelata.

Pamela Prati risponde all’avvocato Taormina.
Credits: Instagram Pamela Prati

Gli avevo solo chiesto di accompagnarmi in trasmissione per tutelare la mia posizione da buona avvocato quale pensavo che fosse”.

La Prati ha fatto intendere di essere molto rammaricata per quanto detto dall’avvocato, “Devo ricredermi, anche la sua posizione verrà valutata nelle opportune sedi”.

Le parole di Carlo Taormina

La vicenda dell’ormai fasullo matrimonio di Pamela Prati e Mark Caltagirone continua a far parlare. Ogni giorno emergono dettagli e fasi che altro non sono che tasselli di un puzzle enorme del quale sembra non vedersi la fine.

Nelle scorse ore l’avvocato Carlo Taormina, durante un’intervista rilasciata per un programma in onda sulla rete Telelombardia, ha raccontato di essere stato preso in giro dal trio composto da Donna Pamela, Pamela Prati ed Eliana Michelazzo, ma di non essere caduto nella trappola.

Loro volevano che io andassi da Barbara D’Urso a testimoniare che Mark Caltagirone esisteva”, racconta Taormina, “Fu Pamela Prati a chiedermi questa cosa. Io ho detto di no, non sono caduto nella loro trappola. Sarei risultato una pedina della truffa complessiva”. L’avvocato ha anche spiegato di aver rimesso il mandato non appena capito che si trattava di una farsa, come lui stesso ha dichiarato: “Ho tenuto il gioco fino a quando ho avuto la prova in mano che fosse una farsa”.

Inoltre secondo l’avvocato, la Prati non è una vera vittima come vuole far credere, anzi lui stesso l’ha definita molto lucida e determinata; parole prontamente smentite dalla stessa Pamela Prati che continua ad annunciare azioni legali.

Credits immagine in alto: Instagram/Eliana Michelazzo