nave da crociera

Stamattina a Venezia una nave da crociera MSC si è scontrata con un battello fluviale nel canale della Giudecca. L’incidente ha causato 5 feriti, persone che nello scontro sono finite in acqua.

Scontro con un battello fermo all’imbarcadero

A quanto pare dalle prime ricostruzioni, la nave “Opera” della MSC aveva avuto problemi tecnici e un rimorchiatore la stava trascinando all’interno del canale. Viste le dimensioni della nave, il rimorchiatore non è riuscito a gestirne la mole e la MSC è finita per scontrarsi con l’imbarcazione fluviale River Countess, ferma all’imbarcadero San Basilio, che aveva a bordo circa 130 persone.

Il battello era adibito a un tour turistico lungo il Brenta per vedere le ville locali.

In tutto sono 5 le persone che sono finite in acqua, tra cui un passeggero della Opera. A quanto pare i feriti non sarebbero gravi.

Nel corso delle ore è emerso che forse all’origine dell’incidente poteva forse dipendere dalla rottura del cavo d’acciaio che teneve la nave da crociera attaccata al rimorchiatore: per qualche fatale attimo, dunque, la nave è rimasta libera e “ingovernabile” nell’acqua. Alcune fonti parlano invece di un black out dei comandi della nave da crociera.

Davide Calderan, responsabile della società di rimorchiatori Panfido, ha dichiarato ad Adnkronos: “Quello che è successo è che la nave ha avuto un blackout ai comandi della plancia che si è verificato all’altezza della chiesa del Redentore. L’anomalia è stata subito comunicata dalla Msc al rimorchiatore, ma la marcia della nave è rimasta innestata col motore che è passato da una velocità di 5,5 nodi a una di 6”.

Clima acceso nel lido

In questi giorni il dibattito sulle grandi navi è particolarmente sentito a Venezia, in quanto l’Unesco avrebbe appena dato l’ok all’idea di far transitare le grandi navi a Marghera.

Sono molti i cittadini che vedono di pessimo occhio il transito delle navi da crociera nella laguna, per via della pericolosità che comportano e per il disturbo estetico che comportano.

Guarda il video: