Adriana Volpe e Giancarlo Magalli a I Fatti Vostri

Nuovo atto nella querelle tra Giancarlo Magalli e Adriana Volpe. Il conduttore ha affidato a un lungo post su Facebook il suo punto di vista dopo l’ennesimo scontro a distanza (in seno a una battaglia legale che lo vede accusato di diffamazione dalla collega). A far scaturire nuove scintille è stata la sua ospitata nel programma Comedy Central News, dove ha “sparato a una volpe” destando la pronta risposta della sua ‘antagonista’.

Giancarlo Magalli: “Rilassati, Adriana”

Rilassati, Adriana, nessuno vuole farti del male, soprattutto io che nella mia vita non ne ho mai fatto a nessuno“: inizia così lo sfogo di Giancarlo Magalli su Facebook, dopo l’intervento social di Adriana Volpe in seguito alla sua ospitata nella trasmissione di Saverio Raimondo, Comedy Central News.

Quella che hai visto – prosegue il conduttore – era solo una gag, neanche ideata da me, inserita in un programma di satira, uno di quei programmi che è consigliabile seguire avendo senso dell’umorismo“.

Il riferimento è allo sketch in cui il presentatore de I Fatti Vostri, invitato dal comico, ha preso una pistola ad aria compressa per sparare alla riproduzione di una volpe.

Questo siparietto non è andato giù alla ex collega, che su Instagram ha subito attaccato: “Adesso dico basta, si è superato il limite“.

Ormai ti agiti e ricorri agli avvocati per ogni cosa, accusandomi di ogni nefandezza, soprattutto per dare a me la colpa delle tue vicende professionali“, ha proseguito Magalli.

Nel suo post, infine, l’invito a proseguire serenamente l’iter giudiziario avviato contro di lui: “Porta avanti le tue battaglie giudiziarie, ne hai il diritto, vedremo come si concluderanno (…). Stai serena“.

Il processo per diffamazione aggravata

La prima udienza del processo per diffamazione a carico di Giancarlo Magalli, querelato da Adriana Volpe, è fissata per il prossimo 15 luglio. La loro frattura è emersa circa 2 anni fa, quando alcuni commenti del conduttore hanno fatto infuriare l’ex collega de I Fatti Vostri.

A nulla era valso il tentativo di conciliazione del conduttore, arrivato a scusarsi via social con lei. La bagarre continua e, dopo il rinvio a giudizio, per il presentatore si apre l’orizzonte processuale.

La rabbia della Volpe sull’episodio della trasmissione di Saverio Raimondo si è materializzata in un post della conduttrice su Instagram, in cui non è mancato un riferimento alla frase di Magalli da Giletti: “Questa non è ironia, è una minaccia!

Si va a sommare alla battuta: ‘Io non parlo con le bestie’. Basta a questa violenza verbale, basta alle intimidazioni, a questa violenza subdola e diffamatoria“.

Visualizza questo post su Instagram

Adesso dico BASTA !!!! Si è superato il limite ! Non posso tollerare quello che è andato in onda su Sky : Magalli dopo aver detto di essere stato un ufficiale istruttore dell’esercito , esperto conoscitore di armi da battaglia , SPARA ALL’IMMAGINE DI UNA VOLPE , (alludendo palesemente a me) , SPARA DRITTO IN FRONTE . Il conduttore dice : Ha una mira perfetta ! E lui risponde “Per l’appunto veda di non farmi incazzare “ . Questa non è ironia , è una minaccia ! Si va a sommare alla battuta : “ io non parlo con le bestie “ sempre rivolto a me sulla 7 da Giletti . BASTA a questa violenza verbale , basta alle intimidazioni,a questa violenza subdola e diffamatoria . Ennesimo attacco l’ennesima provocazione , questa è una vera e propria persecuzione! Sono immagini che si commentano da sole , comportamenti intimidatori che per quanto gravissimi non mi fanno arretrare di un passo e mi convincono anzi di aver fatto la scelta corretta nel rivolgermi alla giustizia . #nonènormalechesianormale

Un post condiviso da adriana volpe (@adrianavolpereal) in data:

Insomma, le accuse ci sono e sono anche gravissime: Adriana Volpe non intende soprassedere e ritiene di aver fatto la cosa giusta nel portare l’ex collega in tribunale. Il dado è tratto, non resta che attendere le conclusioni.